Il Belgio ha un nuovo ristorante 3 stelle Michlin: è Zilte dello chef Viki Geunes e tutte le novità 2021 della rossa

Il ristorante dello chef Viki Geunes, bistellato dal 2008, ha subito negli ultimi tempi un restyling in sottrazione, con riduzione all’essenziale e compiuta valorizzazione dei prodotti, portandolo alla conquista delle terza stella.

0
85
La Notizia

Si è discusso molto, a suo tempo, dell’opportunità per le guide di pubblicare l’edizione 2021. Quando è ormai chiaro che la guerra si vincerà con una 2022 praticamente impossibile. Qualche novità in ogni caso c’è stata, anche ai piani alti: è recentissima la notizia che la rossa dedicata a Belgio e Lussemburgo ha consacrato un nuovo tre stelle. La cerimonia, in forma virtuale, si è svolta presso l’Hôtel de Ville di Mons; a tenere il microfono il solito Gwendal Poullennec, direttore internazionale delle guide. “Quest’anno è stato estremamente difficile per gli chef”, ha esordito. “Ciononostante i nostri ispettori sono rimasti impressionati visitando i ristoranti. Gli chef hanno adottato innumerevoli iniziative per restare in contatto con i loro fornitori e i loro clienti; in certi casi anche per sostenere gli sforzi del personale medico. Soprattutto non hanno perso affatto il loro impegno, il loro talento, la loro creatività. Sviluppando nuove offerte e servizi, diffondendo presso le loro comunità ricette da eseguire a casa o adoperandosi in favore di medici e infermieri, cuochi e cuoche belgi e lussemburghesi ci hanno toccato nel profondo”.

“Questa edizione, senza abbassare gli standard rispetto agli anni precedenti, rappresenta un omaggio alla comunità degli chef, che hanno perseverato e si sono superati. Questa dinamica è portatrice di speranza per gli amanti delle buone tavole, che ritroveranno con piacere e desiderio di supporto questi luoghi di gastronomia e condivisione non appena sarà possibile. Infine desideriamo iscrivere questo movimento in una prospettiva durevole e sostenibile, come dimostra l’arrivo della stella verde”.

L’edizione contempla 137 ristoranti stellati, di cui 10 stelle nuove di zecca, 2 nuovi bistellati (il giovane Maarten Bouckaert di Castor a Beveren-Leie e il tandem Bart Desmidt-Philip Vandamme del Bartholomeus di Knokke) e appunto un nuovo tre stelle, Zilte ad Anversa.

Il ristorante dello chef Viki Geunes, bistellato dal 2008, ha subito negli ultimi tempi un restyling in sottrazione, con riduzione all’essenziale e compiuta valorizzazione dei prodotti. “Questi piatti fanno parte di una successione ben ponderata di preparazioni fresche, speziate, ricche e rotonde. La struttura intelligente e l’attenzione alla digeribilità hanno ulteriormente contribuito al piacere della degustazione, fin nei minimi dettagli”, argomenta Michelin, che qualifica Geunes come “fooddesigner”. Condiviso con l’altro tre stelle, Peter Goossens di Hof Van Cleve a Kruisem, l’auspicio di poter tornare presto ai fornelli.

Il premio per il miglior giovane chef è stato invece assegnato a Manon Schenck di La Table de Manon a Grandhan. Ma c’è anche chi perde: sono 13 le stelle che si spengono, molte a causa di chiusure. Fra di esse Chambre Separée di Kobe Desramaults.