Colpo grosso per Alain Ducasse: apre una delle tre scuole di cucina più grandi del mondo. Ecco lo straordinario Paris campus

A Meudon-la-Forêt, a pochi chilometri dalla capitale francese, 5000 metri quadrati per un campus incentrato sulla formazione e sull’eccellenza culinaria firmato Ducasse.

0
345
La Notizia

A Meudon-la-Forêt, a soli 10 chilometri da Parigi è stato inaugurato École Ducasse – Paris Campus. Un Campus ultra-contemporaneo incentrato sull’eccellenza culinaria, la trasmissione e la promozione di un know how gastronomico di fama mondiale.

Il nuovo campus École Ducasse, adagiato sulle rive della Senna, occupa uno spazio  di 5.000 metri quadrati che ospita sei cucine tecniche per la cottura individuale e l’allestimento di brigate, un laboratorio di pasticceria, un laboratorio di panetteria, un laboratorio di innovazione, due ristoranti esclusivi che, quando si potrà, saranno aperti al pubblico e dove gli studenti potranno svolgere dei periodi di stage, una sala di analisi sensoriale dedicata agli abbinamenti tra cibo e vino e alla scoperta di nuovi sapori, un knowledge center, diversi spazi di co-working e infine uno shop con servizio di take away . L’École, una delle tre più prestigiose al mondo, offre un’ampia varietà di programmi, sia in lingua francese che in inglese, con corsi che possono avere una durata  che varia dai due mesi fino a tre anni. Tutte le lezioni sono organizzate in modo da ospitare un gruppo ristretto di studenti in modo da  garantire percorsi formativi altamente personalizzati. Le lezioni sono tenute da professionisti di alto livello, quasi tutti insigniti del titolo di Meilleurs Ouvriers de France, protagonisti di fama mondiale, rinomati chef e pasticceri. Il prestigioso chef Jacques Maximin, punto di riferimento nel panorama gastronomico internazionale, è culinary advisor e resident chef del Campus.

Credo che la mission legata all’apertura del Campus di Parigi sia una delle più significative al mondo: preparare le nuove generazioni e formare i leader del futuro. Lo faremo trasmettendo l’eccellenza, il rispetto per la materia prima e la stagionalità. Insegneremo a reagire alle sfide che ci si prospettano, senza mai smettere di innovare e di re-inventarsi”, dichiara lo chef pluristellato Alain Ducasse. I 220 studenti che avranno la fortuna di essere ammessi e frequentare questo prestigiosissimo campus “saranno intrisi dall’idea che essere cuoco, essere uno chef oggi, è avere una missione con una visione umanista per nutrire gli uomini e le donne che abitano questo pianeta”, dichiara, sempre Ducasse, a France 3.

La professione dello chef è molto complicata e impegnativa sia per quanto riguarda gli orari, sia per quanto riguarda lo studio e la continua formazione. “Non puoi essere uno chef a 22 anni. È bello far credere loro che saranno chef tra due mesi, ma la realtà è ben diversa, il percorso è molto lungo, afferma il tristellato chef Maximin.  Gli studenti  della prestigiosa scuola hanno dei background tra i più diversificati: vigili del fuoco, architetti, avvocati tutti in cerca di una riqualificazione professionale e sicuramente di un vero e proprio cambiamento di vita.