Stati Uniti e Regno Unito, due superpotenze con troppe persone che soffrono la fame: ecco 5 dati allarmanti

I numeri dell’insicurezza alimentare in Uk e negli Usa. 1,8 milioni di scolari britannici sono a rischio di fame al mattino. Nel Mississippi il 56% degli anziani ha regolari carenze alimentari.

0
39
La Notizia

Le difficoltà economiche causate dalla pandemia emergono evidenti dalle statistiche dei licenziamenti, dal numero di imprese chiuse e dalla riduzione del potere di acquisto da parte dei consumatori. Diventa però sconcertante quando si analizzano i numeri della povertà alimentare nel Regno Unito e negli Stati Uniti. I dati al riguardo non lasciano dubbi. 1 su 10 è il numero di americani che non ha cibo a sufficienza. Lo ha riferito la CBS News che ha condotto di recente un sondaggio alimentare. Quindi 1 americano su 10 dice di che spesso o talvolta non ha abbastanza da mangiare. Una cifra che è raddoppiata rispetto a quella pre-pandemica. 1 adulto su 5 ha anche affermato di essere in ritardo con l’affitto. Tuttavia, quando i dati vengono analizzati in base alla razza, le cifre aumentano notevolmente: gli adulti neri e ispanici sono stati colpiti in modo sproporzionato; 1 su 5 sta lottando per trovare cibo a sufficienza e un terzo delle famiglie nere e un terzo degli adulti ispanici sono in ritardo con l’affitto.

Se si passa nel Regno Unito emerge invece che sono tre milioni i britannici che attualmente soffrono la fame. un sondaggio della Food Foundation, condotto all’inizio della pandemia, quindi a marzo, aveva rilevato che per tre milioni di inglesi la mancanza di cibo aveva costretto qualcuno della famiglia a non mangiare nelle ultime settimane. Un recente sondaggio di YouGov, riportato dal Financial Times, ha invece rilevato che una quantità ancora maggiore – il 16% degli intervistati, l’equivalente di circa 8,1 milioni di persone – ha dichiarato di aver sperimentato una sorta di insicurezza alimentare a causa della pandemia da Covid-19. Mentre una ricerca ha scoperto che il Covid-19 aveva per lo meno quadruplicato la domanda di aiuti alimentari di emergenza e messo a dura prova le 2.100 banche alimentari che esistono nel Regno Unito. Dai dati risulta che c’è stato un aumento dell’89% dei pacchi alimentari consegnati da queste banche nell’aprile 2020, rispetto ad aprile 2019.

Tornando negli Stati Uniti. Oggi sarebbe il 34,5% il numero di famiglie con bambini in condizioni di insicurezza alimentare. La fonte di questo dato è il sondaggio condotto dal Brookings Institute che ha analizzato l’insicurezza alimentare negli Stati Uniti e ha scoperto che le famiglie con bambini più piccoli sono colpite in modo sproporzionato. Uno sbalorditivo 34,5% di famiglie con un bambino sotto i 18 anni sembrerebbe essere in uno stato di insicurezza alimentare, con un aumento del 130% rispetto ai dati del 2018. Alla fine di aprile 2020, il 22,7% delle famiglie ha detto di non disporre di risorse sufficienti per acquistare più cibo. Nel 2018 questa cifra era dell’11,1%, il che significa che il tasso di insicurezza alimentare tra le famiglie americane, per non avere le risorse per il cibo, è raddoppiato.

1,8 milioni è il numero di scolari del Regno Unito che sono a rischio di fame al mattino. In pratica sarebbero 1 su 5, ossia il 20%. L’installazione “Empty Plate” nella South Bank di Londra è stata creata da Heinz e dall’organizzazione benefica Magic Breakfast, per evidenziare il numero di bambini che al mattino rientrano nella categoria del “rischio della fame”. L’installazione mostra 1.800 lastre, che rappresentano 1,8 milioni di unità ed è attualmente di fronte al Tower Bridge. Secondo la ricerca condotta da Heinz e Magic Breakfast, il 28% degli insegnanti nel Regno Unito segnala un aumento dei bambini che vengono a scuola senza colazione dall’inizio del trimestre nel 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019. Tale cifra aumenta fino ad uno sconcertante 43% nelle scuole con un numero superiore alla media di bambini svantaggiati. Un progetto britannico chiamato #SilenceTheRumble sta cercando di aiutare queste famiglie, fornendo colazioni ai bambini a rischio. Magic Breakfast sta lavorando con Heinz per nutrire i bambini prima della scuola e ha pubblicato un annuncio per evidenziare il problema. Heinz ha promesso 12 milioni di colazioni gratuite, per affrontare il problema. Attualmente stanno lavorando con 100 scuole in tutto il Paese, raggiungendo circa 100.000 bambini.

Infine, altro dato preoccupante viene dal Mississippi e dice che il 56% di anziani soffrono di povertà alimentare. La pandemia ha colpito pesantemente questo Stato americano, che ora ha il tasso di partecipazione al lavoro più basso dell’intero Paese, appena il 53%. Secondo Feeding America, organizzazione senza scopo di lucro, un residente del Mississippi su quattro regolarmente non ha cibo a sufficienza. E più della metà (56%) degli anziani dello Stato, come riportato dal New York Times, ha regolari carenze alimentari. Per molti che sperimentano l’insicurezza alimentare – e per alcuni di essi è la prima volta – si tratta di una situazione che provoca vergogna e imbarazzo, per la perdita di scelta in qualcosa di fondamentale come cosa mangiare; la preoccupazione di come assicurarsi che i propri figli seguano una dieta sana e la paura che le loro esistenze non tornino mai più ad avere un accettabile tenore di vita.

Fonte: Forbes