Olive Ascolane: la ricetta originale e il cocktail in abbinamento per l’aperitivo da fare a casa

Una ricetta semplicissima per un aperitivo di qualità: ecco come si fanno le vere Olive Ascolane con aperitivo d’accompagnamento.

0
439
La Ricetta

In tempi di nuovo coronavirus gli italiani si sono riscoperti cuochi. Anche chi non ha mai praticato in cucina e per pigrizia, o sottostima delle proprie capacità, mai ha provato a realizzare una ricetta, nello slow motion di questi, si mette alla prova con lasagne, pasta al forno, bolliti e dolci. Reporter Gourmet propone allora ai nuovi praticanti della cucina la ricetta delle olive ascolane, abbinandoci anche un cocktail facile da fare a casa. Così potete mettervi alla prova, divertendovi e poi magari organizzando un video aperitivo con gli amici o un party sul balcone.

Il Procedimento

Per preparare le olive ascolane secondo la ricetta originale marchigiana, bisogna iniziare togliendo il nocciolo dalle olive con un coltello da cucina, facendo un taglio a spirale iniziando dal picciolo. In alternativa si possono prendere delle olive già denocciolate abbastanza grandi. Si mette quindi la polpa in una bacinella con acqua fredda salata per alcune ore. Intanto si fa rosolare la carne del maiale, del manzo e del pollo (o tacchino), insieme a sedano, cipolle e carote. Quando le verdure sono dorate, va aggiunto un po’ di vino bianco secco e sale. Dopo una ventina di minuti, si toglie dal fuoco e si passa tutto nel tritacarne e si aromatizza il composto finale con della noce moscata.

Si unisce un uovo e il formaggio grattugiato, facendo in modo che l’impasto resti morbido. Si formano così delle palline sulle quali va poi riavvolta la spirale di olive, precedentemente lasciata riposare in acqua. Le olive ascolane sono così pronte per essere passate nella farina. Si passano ancora in un composto di due uova sbattute, leggermente salate, e infine, nel pane grattugiato. Le olive dovranno avere una forma leggermente ovale ed essere poco più grandi di un’oliva. Vanno fritte poche alla volta in olio extra vergine, per non abbassare troppo la temperatura dell’olio. Quando avranno raggiunto un colore dorato, vanno sgocciolate su della carta assorbente e servite calde.

Ingredienti per 3 persone

250 g. di olive verdi (meglio se ascolane)

200 g. di manzo magro

70 g. di maiale magra

25 g. di pollo o tacchino

3 uova

Cipolle, carote, sedano

Vino bianco secco

Sale e pepe

Chiodi di Garofano

Scorza di limone

Formaggio grana grattugiato

Pangrattato

Farina 00

Noce moscata

Olio exravergine di oliva

 

Il Cocktail di accompagnamento

Un buon cocktail da abbinare con le olive ascolane, che in genere sono sempre un valido antipasto, potrebbe essere l’Americano, che a dispetto del suo nome è invece un drink tutto italiano, che unisce il bitter – di Milano ma non solo – con il vermouth di origine piemontese. I due elementi si miscelano in modo molto equilibrato, la dose giusta è di circa 3cl ciascuno, per poi essere vivacizzati dalla soda. È un cocktail che si prepara direttamente nel bicchiere e che va guarnito con una fettina di limone (che va bene con il fritto delle olive ascolane) e una di arancia. È quindi facile e comodo da preparare a casa. Essendo un drink da aperitivo, predispone anche lo stomaco al cibo e alla digestione.