E’ nata la prima scuola di cioccolato in Toscana e i campioni della pasticceria scelgono Noalya

Cultura, esperienza e formazione. Noalya cioccolato coltivato è il nuovo brand di Alessio Tessieri, un team di esperti impegnato nella ricerca e nello sviluppo dei prodotti e, oggi, anche una scuola di cioccolato per amatori e professionisti.

0
688
La Notizia

Noalya cresce e punta sulla ricerca e sulla professionalità con una squadra di cioccolatieri esperti che, in collaborazione con i docenti specializzati di Scuola Tessieri, è al lavoro con l’obiettivo di diffondere la cultura del cioccolato tra i consumatori ma anche di studiare e sperimentare gli abbinamenti migliori per la creazione di dessert e prodotti di pasticceria da proporre al mondo dei professionisti.

Le fave di cacao di Noalya arrivano dalle piantagioni di proprietà di Alessio Tessieri in Venezuela e da altre in cui, da molti anni, esiste uno strettissimo rapporto con i coltivatori, che l’imprenditore cura personalmente. Grande conoscenza dei territori, ricerca e studio dei microclimi: le 22 singole origini di Noalya sono tutte da provare. La filiera di produzione è unica: le fave di cacao provenienti dai diversi Paesi del mondo e quelle più preziose di Criollo Merideño, Guasare e Porcelana, che arrivano della piantagione venezuelana, sono lavorate secondo linee guida condivise con coltivatori e agronomi dei luoghi di raccolta, per essere poi trasformate in cioccolato. Ogni passaggio viene sapientemente monitorato.

“La lavorazione del cacao – spiega Alessio Tessieri – ha bisogno di supporto e di un’attenzione continua, per salvaguardare l’eccellenza del frutto a partire dalle fasi successive alla raccolta. La fermentazione e l’essiccazione al sole sono passaggi fondamentali per sviluppare l’identità del cacao, già in piantagione”. L’arte della tostatura, su misura per ogni cacao, poi, è un segreto che Noalya custodisce gelosamente. “Non esiste il cioccolato – spiega Alessio Tessieri – ma “i” cioccolati. Profumi, gusto e aroma cambiano a seconda del tipo di pianta (trinitario, forastero e il piuttosto raro criollo) ma anche a secondo della latitudine e del terreno su cui essa cresce. Ed è proprio perché parliamo di cioccolati che la gamma di Noalya offre numerosi monorigine, unici, ognuno con la propria particolarità e una spiccata complessità.

Le caratteristiche organolettiche si traducono in differenze di gusto, acidità, sentore di tostatura, aromi di frutta secca, frutti rossi o gialli. I blend poi, nascono da un assemblaggio dei diversi tipi di cacao che permette di creare nuove tramature aromatiche del cioccolato e di raggiungere un equilibrio tra dolcezza, acidità, amarezza, astringenza e morbidezza”. Così l’ampio assortimento di tavolette di cioccolato bianco, al latte e fondente è dedicato a chi vuole lasciarsi conquistare da un’esperienza indimenticabile di aromi e sapori.

Dalla sinergia con la Scuola Tessieri, il più importante atelier di arti culinarie della Toscana, nasce anche la nuova scuola di cioccolato rivolta ai professionisti, per un approccio a questo mondo di grandi emozioni e per un approfondimento sulle tecniche di preparazione e sulle tante applicazioni del cioccolato in pasticceria. Portabandiera nella cultura del cioccolato e del rispetto della materia premia il Team Noalya, team di professionisti formatosi nel Settembre 2018 e coordinato da vera personalità del mondo della Pasticceria: Rossano Vinciarelli, Campione italiano nel 2001 e Culinary World Cup Winner a Lussemburgo nel 2002 come individuale pasticceria; nel 2005 rappresenta l’Italia nella nazionale di pasticceria a Lione ed è campione del mondo 2014. Supervisore della squadra Mario Ragona, pastry chef di Scuola Tessieri, medaglia d’oro alla coppa del mondo di pasticceria a Lussemburgo nel 2012, campione italiano di pasticceria agli internazionali d’Italia 2010/12 e coordinatore didattico di pasticceria della Scuola Tessieri. Il team conta i più giovani talenti della pasticceria nazionale, tra cui Toni Bondì, vicecampione del mondo, Andrea Marzo, vicecampione mondiale juniores 2017 e Roberto Mascellaro, campione del mondo 2017. Con loro Raffaele Musacco e Stefano Cipollini, chef di Scuola Tessieri. Tra i compiti della squadra c’è anche quello di presentare tutte le novità delle gamme Noalya in contesti nazionali ed internazionali.

Scuola Tessieri propone nel 2019 un ampio calendario di corsi per professionisti, tra le tematiche: il temperaggio, scultura e decorazione in cioccolato, pralineria, soggettistica per Pasqua e Natale e vari approfondimenti dedicati alla cucina ed alla gelateria. In calendario per il 28 gennaio 2019 anche un open day dedicato alla scuola di cioccolato. Una giornata di formazione gratuita, curata dai docenti della Scuola Tessieri insieme al Pastry chef Rossano Vinciarelli. Un’anticipazione da non perdere dei corsi 2019, con degustazioni di cioccolato e di alcune tipologie di prodotti.

Informazioni