Sulle tavole del Natale arriva il panettone gelato

Non è il solito panettone, sul mercato strasaturo dei dolci del Natale c’è ancora spazio per le buone idee. La novità sulle tavole natalizie di quest’anno si chiama panettone gelato ed è realizzato dalla gelateria artigianale Santamaria Don Fruity a Baronissi.

0
221
La Storia e i Prodotti

La Storia dei panettoni gelato Don Fruity

Da un’intuizione di Vincenzo Langella, in collaborazione con il pluripremiato Caseificio Aurora in Sant’Egidio del Monte Albino (SA) e il Maestro Pasticciere Raffaele Vignola dell’omonima pasticceria a Solofra (AV)  nasce la linea di panettoni farciti al gelato Don Fruity. Un’innovazione di prodotto che punta ad abbinamenti originali e alla selezione attenta di un’eccellente materia prima utilizzando prodotti a marchio di qualità.

Come Zarena, panettone artigianale con lievito madre ottenuto da lievitazione naturale di 40 ore, farcito con gelato alla crema zarena con Latte fresco d’Asina BIO, tuorlo d’uovo BIO, amarena sciroppata Brusca di Modena IGP, bacca di Vaniglia del Madagascar e variegato con un semifreddo di Vino Zibibbo I.G.P. e  panna fresca di latte di Mandorla Pizzuta d’Avola, ricoperto da cioccolato fondente, amarena Brusca di Modena IGP e Mandorla Pizzuta d’Avola tostata.

 

 

Oppure Aurora Blue farcito con Gelato al Blue di Bufala (premiato come miglior formaggio crudo d’Italia 2018), Pera IGP dell’Emilia Romagna e Semifreddo alla noce di Sorrento.

Vincenzo Langella, una vita nell’ innovazione

“L’innovazione è il nostro globulo – dice Vincenzo Langella, responsabile Marketing Don Fruity – Nel 1999 nasco come Responsabile della qualità ISO 9001 certificato SINCERT, poi ho avuto una bella opportunità di crescita legata al mercato del Forex Trading grazie al quale ho viaggiato molto e lì mi sono proprio reso conto che in ogni settore la cosa che conta è essere pionieri. Per questo nasce la linea panettone gourmet e  fettini gelato per superare la stasi del mercato della frutta gelato, che dopo 50 anni si è saturato. E’ normale che sia così, ormai in pasticceria come tra i fornelli tutti si sono inventati tutto . Oggi ha successo chi fa cose diverse, chi tende a personalizzare il suo prodotto, chi rompe gli schemi.”

Le forme del gelato innovativo

Non c’è limite alla fantasia per Vincenzo Langella, nel laboratorio artigianale di Baronissi dove lavorano anche il fratello Antonio Responsabile Commerciale e la cognata Maria D’ambrosio, maestra gelatiera e vera anima della produzione, sono diversi i prodotti creati per soddisfare gli occhi e il palato. Qui sono stati creati i “frutti gelato”, il prodotto di punta della gelateria che riesce a riprodurre fedelmente la forma e il sapore di tantissimi frutti, in monoporzioni eleganti che sfruttano i colori e i profumi delle vere bucce di frutta fresca 100% naturali e certificati VEGANOK , gluten free e lactose free.

Ma l’innovazione non si arresta mai, così sono da poco arrivati sul mercato anche i Fettini Gelato, morbido e gustoso gelato racchiuso in gusci naturali di cocco.  Realizzati solo con ingredienti naturali e materie prime scelte con cura, ogni fettino contiene circa 100 grammi di gelato in tante varianti di gusto, tra gli abbinamenti più insoliti quello al lampone e cocco o finocchietto selvatico e liquirizia. Ma la vera sorpresa di questo tradizionale prodotto di gelateria rivisto in chiave gourmet da Don Fruit è la sua versione ” Semi-calda”, basta mettere la monoporzione in microonde per 10/15 secondi per ottenere una soffice crema di gelato.

Per il momento l’azienda fornisce solo il canale Horeca, con clienti in Europa e negli Stati Uniti e una volontà di crescita nei prossimi anni indirizzata al mercato dell’Est Europa. Nel 2019 è prevista l’apertura di un primo punto vendita al dettaglio.