The Cave: a Bali il ristorante gourmet in una grotta di 25.000 anni fa

La location, si sa, gioca un ruolo decisivo nella scelta del ristorante. Fra le più belle del mondo c’è quella del The Cave, una straordinaria grotta ricca di stalagmiti formatesi 25.000 anni fa. Al suo interno il fine dining di Ryan Clift.

0
42
La notizia

Una scoperta del tutto inaspettata ha fatto sì che a Bali oggi si trovi uno dei ristoranti fine dining tra i più originali al mondo. Era il 2013 quando un’impresa edile stava lavorando alla costruzione di una villa a Bali e durante gli scavi ecco la sorpresa: a sei metri e mezzo di profondità è “venuta alla luce” una grotta di stalattiti e stalagmiti formatesi ben 25.000 anni fa, una vera e propria meraviglia della natura.

Cosa farne di uno spazio così unico? La risposta è arrivata dopo anni di chiusura della grotta, quando si è fatto avanti il celebre chef di origini britanniche Ryan Clift. Forte delle sue numerose esperienze in tutto il mondo e del successo del ristorante Tippling Club a Singapore, Clift ha pensato di utilizzare la grotta per ospitare i clienti del suo nuovo fine dining.

Grazie alla creatività degli architetti di Ushers by Design e dello chef, dallo scorso 19 maggio The Cave è un ristorante sotterraneo dall’atmosfera unica, dove Clift accoglie a pranzo e cena 22 ospiti a cui propone un percorso degustazione di sette o dieci portate a seconda dei giorni della settimana scelti (il secondo si ordina nel weekend e costa 126 euro bevande escluse). Lo chef crea piatti dinamici e vivaci con ingredienti rigorosamente freschi e di prima qualità.

Al The Cave è possibile scegliere tra due menu fissi: il Classico e il Vegetariano. Nel Classico è facile trovare pancetta di trota stagionata, bistecca alla tartara, capesante dell’Hokkaido e cheesecake al foie gras. Nel vegetariano, invece, tartare di carote, peperoni “fossili”, ravioli di spinaci, cavolfiore bruciato sui carboni, risotti green e altre delizie a base vegetale. Durante la cena, proiezioni e suggestivi giochi di luce si alternano sulle pareti della grotta: un’esperienza unica!

Fonte: epicureasia.com

Trovi qui l’articolo cliccabile