Monaco: un kebab di lusso costa 35 €. Cihan Anadologlu lo fa col wagyu

In Baviera un ragazzo nato da genitori turchi ha dato vita a un locale che serve “kebab di lusso” con ingredienti selezionati. Il prezzo? 35 euro.

0
79
La notizia

Dopo i prezzi esorbitanti delle pizze gourmet o presunte tali, che ultimamente hanno creato polemica nel settore food, e beni di prima necessità a cifre altissime (come il pane più costoso del mondo), arriva anche il kebab di lusso a Monaco di Baviera. Questa specialità a base di carne e topping speziati viene venduta da Hans Kebab al costo di 35 euro a porzione.

A crearla è stato Cihan Anadaloglu, e a questo punto la domanda sorge spontanea: perché è così cara? La risposta risiede nella qualità degli ingredienti: al posto del tradizionale taglio di vitello viene utilizzata la specialità giapponese “Wagyu Short Rib” di Kagoshima. Inoltre, la carne pregiata è accompagnata da una vinaigrette al tartufo e wakame, puré di pastinaca e spezie varie, tra cui un particolare peperoncino rosso e salsa di yogurt alle erbe fatto in casa.

Il risultato è “Da Istabul a Tokyo”: ecco svelato anche il nome di questo kebab di lusso, ispirato dalla passione di colui che lo ha inventato per il Giappone e, insieme, per la terra natia della sua famiglia d’origine.

Cihan Anadaloglu, infatti, è tedesco a tutti gli effetti, ma è nato da genitori turchi che hanno deciso di lasciare il proprio stato per cercare fortuna in un paese florido e ricco di opportunità come la Germania; si può dire che i loro sogni di gloria siano stati realizzati dal figlio che, proprio post-pandemia, ha realizzato il suo desiderio di aprire un negozio di kebab in uno dei quartieri più vivi di Monaco.

Ma uno street food a 35 euro si vende facilmente? “Assolutamente sìdice Anadologlue la domanda continua a crescere”. Il cuoco turco-bavarese racconta anche che ogni giorno prepara al massimo 35 porzioni di kebab e che chi desidera gustarlo deve prenotare il suo pasto per evitare di rimanere a bocca asciutta…nel vero senso del termine.

Fonte: repubblica.it

Trovi qui l’articolo cliccabile

Foto: Crediti Hans Kebab