Cum Pà: in Sardegna apre il primo panificio casalingo dell’Isola

A Badesi nasce Cum Pà, la micro-bakery firmata da Enrico Cirillo in cui il pane è fatto in casa, nel vero senso della parola. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul primo forno domestico della Sardegna.

0
842
La notizia

A Badesi, in provincia di Sassari, apre il primo laboratorio di panificazione nel quale si lavora in smart working. Da Cum Pà, infatti, pane e lievitati vengono preparati in casa, più precisamente tra le mura domestiche di colui che ha avuto l’idea. Si chiama Enrico Cirillo il quarantaduenne che ha dato vita a un forno totalmente casalingo, il primo sull’Isola dei Nuraghi, che rappresenta una valida alternativa, per la popolazione sarda, al classico pane tradizionale.

Cum Pà è una piccola bakery nata grazie a un microcredito erogato dal Banco di Sardegna e all’appoggio, nella fase prodromica, dell’Associazione Sa Mata, l’albero delle idee di Veronica Matta, antropologa sarda che da tempo porta avanti una missione contro lo spopolamento della sua terra. Si tratta di un progetto ambizioso a cui Enrico Cirillo ha potuto dare seguito attraverso la formula della IAD – impresa alimentare domestica, che permette ai piccoli artigiani di avviare un’attività all’interno del proprio domicilio, nel pieno rispetto di tutte le norme sanitarie. Ma che tipologie di pane prepara ogni giorno Enrico?

I suoi lievitati sono vari e variegati; si va dal classico pane casareccio alle tipologie un po’ più estrose come quello con i pomodori secchi o le olive. I prodotti vengono preparati con lievito madre e farine biologiche macinate a pietra, ma l’ingrediente principale e comune è la cura. Una cura che si esprime attraverso la preparazione di prodotti di qualità, unita al rispetto per una Regione meravigliosa che aveva e ha bisogno di un investimento, un’iniezione di fiducia come questa, per rifiorire dal punto di vista economico e imprenditoriale.

Foto per gentile concessione di Cum Pà