I Fratelli Alajmo aprono un nuovo ristorante e sbarcano per la prima volta a Marrakech: ecco Sesamo

Cresce ancora l’impero Alajmo: è arrivato Sesamo, nono ristorante del gruppo presso l’hotel Royal Mansour di Marrakech.

0
8877
La Notizia

Si apriranno il prossimo 20 dicembre le porte di una nuova avventura per i fratelli Alajmo: si tratta del ristorante Sesamo, che integrerà l’offerta gastronomica dell’hotel Royal Mansour di Marrakech. Una location di grande prestigio, “il lusso nella sobrietà e nella semplicità”, ha sintetizzato Raffaele Alajmo, coerente con lo stile della casa, che per la prima volta si è legata a una struttura alberghiera. “Quello che ci ha attratto del Marocco e in particolare del Royal Mansour è l’artigianalità, la bellezza delle sue imperfezioni, l’autenticità, il bello senza sofisticazioni”. Gli spazi sono stati comunque rimaneggiati all’uopo dallo studio 3BIS di Fabrice Bourg e Nicolas Papamiltiadès, che segue l’hotel dall’apertura nel 2010. Per far sentire i fratelli a casa, si sono ispirati alle atmosfere veneziane del viaggio.

Chef Massimiliano, maître des lieux Raffaele, il ristorante proporrà un concetto di cucina rigorosamente italiano, ma il paniere si arricchirà di ingredienti del posto. Operazione cui Massimiliano ha lungamente preparato il terreno, nel senso letterale della parola: i terreni dei domini agricoli sono stati studiati e resi idonei alla coltivazione del nostro pomodoro, del broccolo romanesco e del cavolo toscano, fra gli altri.

Risotto allo zafferano
Apriti sesamo

Non mancheranno i grandi classici del fuoriclasse di Rubano: gli involtini di scampi fritti con salsa di lattuga, la battuta di carne cruda al tartufo bianco, risotto allo zafferano con gremolata di anguilla e ghiacciolo di barbabietola; ma alcuni piatti sono stati ideati e potranno essere degustati solo in loco. Per esempio gli spaghetti aglio, olio e peperoncino con ortaggi dell’orto del Royal Mansour e il dolce Apriti Sesamo, sfera di mandorlato e sesamo farcita di spuma di mandorla, zafferano, essenza di neroli con una salsa agli agrumi e frutto della passione.

Non bastavano i 3 ristoranti a Venezia (Quadri, Quadrino, Amo) e i 4 a Padova (Le Calandre, La Montecchia, il Calandrino e ABC Montecchia), più il Caffè Stern a Parigi: si spargono oltre i semi di Sesamo, ingrediente simbolo del Mediterraneo, che riecheggia il nome di un altro locale e della famiglia stessa.