Gambero Rosso: tutte le classifiche della guida Ristoranti d’Italia 2020

Al vertice ancora Niko Romito. Novità dell'anno Impronta. Cuoco Emergente Solaika Marrocco. Pastry Chef dell’anno Edvige Simoncelli.

0
7803
La Notizia

Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso compie trent’anni.

La guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso ha compiuto trent’anni, un lasso di tempo nel corso del quale il mondo dell’enogastronomia è cambiato radicalmente. Bastano pochi numeri a rendere l’idea, quelli relativi al confronto tra l’edizione Ristoranti d’Italia del 1991, che annoverava 966 locali recensiti, 10 Tre Forchette e l’ultima edizione. Ristoranti d’Italia 2020, nella quale sono inseriti ben 2685 locali, di cui 35 Tre Forchette.

Siamo felici di festeggiare questa tappa fondamentale per noi e per la ristorazione italiana” ha dichiarato Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso “I nostri premiati possiedono tutte le qualità che abbiamo analizzato durante il convegno “Da Cuoco Di Qualità A Chef Di Successo”: ricerca attenta alla biodiversità, tecnologie, organizzazione economica, comunicazione e promozione nella rivoluzione digitale in corso e il ruolo fondamentale della formazione settoriale e manageriale.

Il ristorante è un’esperienza complessiva che nasce da un’intesa sempre più serrata fra sala e cucina, ed è proprio da questa considerazione che è scaturito il piccolo grande cambiamento nella ripartizione dei punteggi: 50 punti per la cucina (fino lo scorso anno 60), 30 per la sala (prima 20), 20 per la cantina, mentre il bonus restringe il suo raggio d’azione (1 solo punto): per meritarlo fatte salve location uniche per struttura e paesaggio, bisogna davvero dare qualcosa in più in termini di formazione, etica e sostenibilità, lotta allo spreco.

Una sorta di anno zero, dunque. Una ripartenza che il Gambero Rosso ha voluto sottolineare regalando una piccola vetrina ai migliori 30 under 30 ovvero i giovani (fra sala e cucina) attorno ai trent’anni che per filosofia e formazione sono in grande sintonia con i tempi e lasciano ben sperare per un futuro della cucina e accendendo un faro, con le due forchette rosse, su quei locali in pole position per raggiungere il traguardo delle Tre Forchette. Uno stimolo in più anche per i ristoranti al vertice: con il cambio dei parametri e, soprattutto con il ridimensionamento del bonus (prima arrivava anche a tre punti) il tra guardo dei 90 punti è sempre più difficile. Ma sempre più “vero”.

La classifica generale ha premiato Niko Romito ed il suo ristorante Reale con un punteggio complessivo di 96 punti; con lui sul podio con 95 l’Osteria Francescana di Massimo Bottura e La Pergola, il ristorante 3 stelle Michelin guidato da Heinz Beck.

La Classifica

Ecco a voi le classifiche e i premi della guida Ristoranti d’Italia 2020 del Gambero Rosso.

 

96

Reale – Castel di Sangro [AQ]

 

95

Osteria Francescana – Modena

La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri – Roma

 

94

Le Calandre – Rubano [PD]

Piazza Duomo – Alba [CN]

Uliassi – Senigallia [AN]

 

93

Don Alfonso 1890 – Massa Lubrense [NA]

Enoteca Pinchiorri -Firenze

Villa Crespi – Orta San Giulio [NO]

 

92

Cracco – Milano

Duomo – Ragusa

Madonnina del Pescatore – Senigallia [AN]

Il Pagliaccio – Roma

Quattro Passi – Massa Lubrense [NA]

Seta del Mandarin Oriental Milano – Milano

St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina – San Cassiano/Sankt Kassian [BZ]

Torre del Saracino – Vico Equense [NA]

La Trota – Rivodutri [RI]

Da Vittorio – Brusaporto [BG]

 

91

Enrico Bartolini -Mudec Restaurant, Milano

Berton – Milano

D’O – Cornaredo [MI]

Pascucci al Porticciolo – Fiumicino [RM]

Dal Pescatore – Canneto sull’Oglio [MN]

Casa Vissani – Baschi [TR]

 

90

Agli Amici dal 1887 – Udine

Da Caino – Montemerano [GR]

Taverna Estia – Brusciano [NA]

Idylio by Apreda del The Pantheon Iconic Rome Hotel – Roma

Laite – Sappada [UD]

Lido 84 – Gardone Riviera [BS]

Lorenzo – Forte dei Marmi [LU]

La Madia – Licata [AG]

Miramonti l’Altro – Concesio [BS]

La Peca – Lonigo [VI]

 

Tre Gamberi

Angiolina – Pisciotta [SA]

Antica Osteria del Mirasole con Locanda – San Giovanni in Persiceto [BO]

Antichi Sapori – Andria [BT]

Armando al Pantheon – Roma

All’Osteria Bottega – Bologna

La Brinca – Ne [GE]

Da Burde – Firenze

Ai Cacciatori – Cavasso Nuovo [PN]

Il Capanno – Spoleto [PG]

Agriturismo Il Casaletto – Viterbo

Consorzio – Torino

Al Convento – Cetara [SA]

Caffè La Crepa – Isola Dovarese [CR]

Ai Due Platani – Parma

Futura Osteria- Monteriggioni [SI]

La Locanda delle Grazie – Curtatone [MN]

La Madia – Brione [BS]

Locanda Mariella – Calestano [PR]

Masseria Barbera – Minervino Murge [BT]

Nerodiseppia – Trieste

Osteria Ophis – Offida [AP]

Osteria del Treno – Milano

Pretzhof – Val di Vizze/Pfitsch [BZ]

Sora Maria e Arcangelo Olevano Romano [RM]

Lo Stuzzichino – Massa Lubrense [NA]

Tischi Toschi – Taormina [ME]

Trippa – Milano

Vecchia Marina – Roseto degli Abruzzi [TE]

Osteria della Villetta dal 1900 – Palazzolo sull’Oglio [BS]

Vino e Cibo – Senigallia [AN]

 

Cuoco Emergente premio Alessandro Narducci

Chef Solaika Marrocco – Primo Restaurant in Lecce

 

La Novità dell’anno

Ristorante Impronta – Bassano Del Grappa

 

Il Ristorante dell’anno

Ciccio Sultano – Duomo , Ragusa

 

Il Pastry Chef dell’anno

Edvige Simoncelli – Idylio by Apreda del The Pantheon Iconic Rome Hotel, Roma

 

articolo in aggiornamento