Arriva Berton al Lago, il nuovo ristorante di Andrea Berton

Como volge al Sereno: aprirà in settembre il ristorante dell’omonimo hotel, affidato al grande chef di casa a Milano, esponente di punta della generazione Marchesi.

1
41
La Notizia

Arriva Berton al Lago, il nuovo ristorante di Andrea Berton

Per Andrea Berton sarà un’estate al lago, senza sedia a sdraio però. Gli è stata infatti affidata un’impegnativa consulenza dalla famiglia Contreras, che ha appena inaugurato il Sereno, hotel cinque stelle lusso progettato dall’archistar Patricia Urquiola, autrice anche dell’interior design, in collaborazione con Patrick Blanc, firma dei giardini verticali che si arrampicano sulla struttura; più la cinquecentesca villa Pliniana per gli eventi. Il 2016 sarà l’anno zero: appena due mesi di apertura, settembre e ottobre, con la seconda metà di agosto dedicata alla prova dei piatti e lo chef presente in pianta stabile. Ma la collaborazione è destinata a protrarsi per almeno un lustro, da marzo fino a ottobre.

1

2

“Per me è un’esperienza particolarmente stimolante. Mi piace l’idea della ristorazione d’albergo in tutta la sua estensione, dalle colazioni al servizio in camera, agli aperitivi a bordo piscina. Perché faremo offerte legate a spazi e momenti diversi dal ristorante classico, innovative anche sotto il profilo dei contenitori, che consentiranno ad esempio di gustare un buon risotto in tutto relax, nella posizione più confortevole.

3

Per quanto riguarda il gastronomico vero e proprio, proporrà una cucina molto diversa da quella di Milano, con tanti prodotti del lago, perché da sempre mi piace lavorare il pesce di acqua dolce, trota, salmerino e le relative uova; ma lo proporrò in elaborazioni più semplici, pensate per accontentare una clientela internazionale, che magari si aspetta anche i piatti iconici della tradizione italiana”. Con lui l’executive chef Raffaele Lenzi, classe 1984, già spalla di Elio Sironi, Pino Lavarra, Stefano Baiocco.

La fotografia di copertina è di Marco Scarpa

1 commento

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here