Enrico Cerea fa il sold out a Parma: riparte alla grande il Settembre Gastronomico

La Reggia di Colorno ha ospitato la prima cena di apertura del “Settembre Gastronomico” di Parma. Guest chef Enrico Cerea che ha celebrato il legame della città con Bergamo. In calendario un mese di appuntamenti e cene solidali

0
43
L'evento

Una sera di fine estate. Il giardino regale di una Reggia, quella di Colorno. L’atmosfera di allegria dopo il periodo buio di questi ultimi mesi minati dall’emergenza sanitaria. Questa è stata l’atmosfera e il suggestivo contesto che ha contribuito a rendere unica la cena di apertura del Settembre Gastronomico di Parma. Una cena il cui gusto non si è espresso solo dal punto di vista culinario, ma anche dal simbolico significato di una ripartenza.

Come spiega Cristiano Casa, Assessore al Turismo del Comune di Parma, «La Cena ‘Parma incontra Bergamo’ ha voluto essere la sintesi perfetta dello spirito di ‘Settembre Gastronomico’. Un momento conviviale, un’occasione per raccontare la Food Valley a tavola, attraverso un menu in grado di valorizzare le eccellenze di Parma UNESCO Creative City of Gastronomy”.

“Parma incontra Bergamo” è stata tutto questo, un momento di condivisione, di energia e di collaborazione che ha voluto rappresentare l’inizio di una nuova progettualità, celebrando il legame che ha collegato le città di Parma e Bergamo durante il lockdown. Da qui il coinvolgimento come guest chef di Enrico Cerea, Ristorante Da Vittorio, quale ringraziamento per l’impegno degli chef di Parma Quality Restaurants e di alcune aziende alimentari parmensi che, durante l’emergenza Covid-19, hanno collaborato alla raccolta di derrate alimentari per l’ospedale da campo di Bergamo, gestito proprio dai fratelli Cerea.

“Quando ho fatto un appello durante il lockdown, anche da Parma sono giunti numerosi aiuti – sottolinea lo Chef Enrico Cereaho voluto ricambiare simbolicamente questi gesti e l’invito”.

A Colorno, chef Chicco Cerea ha proposto uno dei piatti simbolo della sua cucina: il risotto con pesto gentile, gamberoni rossi ed emulsione di pomodoro. Deliziosamente fresco e profumato.

Insieme a lui, gli chef del Parma Quality Restaurants con un menu che ha fatto appello alla tradizione per poi connotarsi con sfumature creative, come l’antipasto di apertura che ha combinato un delicato Gazpacho di melone e carota con l’innovazione della pasta il 3D BluRhapsody ripiena di ricotta profumata agli agrumi e croccante con alici.

Tipicamente parmigiano il secondo piatto di Duchessa di Parma con erbette e verdure croccanti, impreziosito da salsa al Marsala e gel di pepe Rosa.

A curare il dolce finale, due pastry chef di Alma, La Scuola Internazionale di cucina Italiana, Walter Masut e Enrico Nativi, che hanno rielaborato in chiave personale un grande classico come la Pesca Melba.

Convivialità quindi, ma non solo. Di grande rilevanza anche l’aspetto solidale, poiché la cena ha contribuito alla raccolta fondi a favore di Emporio Solidale Parma che, attraverso lo strumento della spesa gratuita, aiuta quotidianamente circa 1.300 famiglie in difficoltà economiche.

LE CENE DEL SETTEMBRE GASTRONOMICO

Numerosi gli appuntamenti in programma a Parma per tutto il mese di settembre, sulla scia dell’ispirazione che arriva dalle filiere del territorio. Una kermesse a carattere diffuso, con eventi in tutto il territorio, dove ogni settimana è dedicata a un prodotto diverso:

Pomodoro – dal 30 agosto al 5 settembre;

Prosciutto di Parma DOP – dal 6 al 12 settembre;

Parmigiano Reggiano DOP e prodotti lattiero-caseari – dal 13 al 19 settembre;

Pasta e Alici – 20 al 27 settembre.

E poi le serate a tema gastronomico e solidale.

“Parma incontra Genova”: Martedì 15.09.2020 | ore 20.00

Il gemellaggio tra Parma e Genova, nato nel segno della musica, trova la sua giusta celebrazione anche a tavola: gli chef di Parma Quality Restaurants e lo chef Matteo Losio, Ristorante Bruxaboschi firmano una cena a più mani.

Giovedì 24.09.2020 | ore 20.00: In cucina con Verdi

Musica Maestro, anche in cucina: all’Auditorium Paganini di Parma, l’opera lirica, diretta dal regista Gianmaria Aliverti, incontra l’arte dei fornelli a cura degli chef Parma Quality Restaurants.

Entrambi gli appuntamenti contribuiranno alla raccolta fondi in favore dell’Emporio Solidale di Parma.