Non solo grandi pizze ma un’esperienza totale: Tommaso e Federico Vatti lanciano Autoctona

Riapre con molte novità La Pergola a Radicondoli, la pluripremiata pizzeria di Tommaso e Federico Vatti. AUTOCTONA è lo spazio adiacente alla pizzeria dove poter sorseggiare un aperitivo o un drink post cena e acquistare prodotti rigorosamente ricercati e selezionati

0
92
La Notizia

Prodotti a km vero” è il mantra che guida AUTOCTONA e non poteva essere diversamente per la nuova avventura di Tommaso e Federico Vatti. Adiacente a La Pergola di Radicondoli, la loro pizzeria insignita dei tre spicchi nella guida Pizzerie d’Italia 2020 del Gambero Rosso e del premio Ricerca e Innovazione, inaugurano questo nuovo spazio aperto dalle 18 alle 23 che funge da punto di sosta, forno artigianale e unica oleoteca in provincia di Siena. Gli ospiti possono fermarsi per un aperitivo o un drink dopo cena e acquistare i prodotti che Vatti ha scoperto nel corso degli anni e che sono i protagonisti delle sue celebri pizze. Prodotti prevalentemente toscani e senesi, ma anche provenienti da tutta la Penisola come la Mozzarella di bufala Campana del caseificio “Il Casolare”, le alici di Cetara Armatore e alcuni fra i migliori oli extravergine e vini del territorio.

“Siamo pronti a ripartire con alcune novità. Abbiamo pensato di ampliare l’esperienza dei nostri clienti, che oltre alla certezza di ritrovare la qualità delle nostre pizze, potranno proseguire il viaggio fra i grandi prodotti italiani, visitando AUTOCTONA, il nostro nuovo spazio multifunzionale. Forno artigianale e punto di sosta per gli avventori, che potranno sorseggiare un cocktail di aperitivo pre-cena o un distillato dopo la pizza. Potranno acquistare il nostro pane, pizza in teglia, e generi alimentari “a km vero. Nonché una pregevole selezione di oli extravergini a cura di A.I.R.O. (Associazione Italiana Ristoranti dell’Olio) che fanno di AUTOCTONA la prima e unica oleoteca in provincia di Siena”, afferma Vatti.

Riapre inoltre anche La Pergola pronta a tornare a sfornare le sue pizza uniche e famose per la minuziosa selezione delle materie prime di elevata qualità, per l’incessante ricerca sull’impasto,  per la stretta sinergia con i produttori del territorio e per l’attenzione alla sostenibilità e alla tecnologia. Tradizione e innovazione sono sempre state, infatti, le parole d’ordine per Vatti. Nuove proposte per La Pergola che, però non tradisce mai la sua identità che rende inimitabili le sue pizze degustazione dove vengono utilizzate le “gemme del territorio”. Presenti ovviamente la tagliata di chianina abbinata alla rucola, maionese al pomodoro Marinda e fior di latte di Agerola, la tagliata di cinta senese dell’azienda bio Spannocchia, con rigatino stagionato di cinta, lattuga e fior di latte di Agerola, la new entry, tartare di Chianina IGP di Simone Fracassi con tartufo nero scorzone di Stefania Calugi, o l’iconica pizza “vattiana” con  cinghiale della maremmana sfilettato, con olive al forno e lardo di cinta senese, su impasto con cacao Valrhona. Protagonista di questa nuova riapertura sarà anche il pane utilizzato come base per gli antipasti. Pane a  lunga lievitazione e cotto nel forno a legna che diventa una bruschetta condita con prodotti ovviamente  rigorosamente ricercati e selezionati con abbinamenti spesso insoliti come le Alici di Cetara unite al mascarpone anziché al burro.

Sia per la neonata AUTOCTONA che per la consolidata La Pergola la strada perseguita da Tommaso Vatti è sempre la stessa: quella che unisce l’artigianalità, dal valore storico a una visione innovativa.