La Francia aiuta i ristoranti e il settore turistico: stanziati 18 miliardi di euro

Il primo ministro francese, Edouard Philippe, annuncia ingenti aiuti a favore dell’industria dell’ospitalità disponibili almeno fino a fine anno.

0
262
La Notizia

Nonostante da lunedì scorso in Francia siano state alleggerite le rigide restrizioni di uscita dal lockdown i ristoranti e caffè d’Oltralpe potranno riaprire gradualmente, molto probabilmente dal 2 Giugno. La decisione definitiva verrà presa nella settimana del 25 Maggio.

Il primo Ministro francese Edouard Philippe,  nei giorni scorsi,  però ha annunciato un massiccio piano a sostegno dell’industria turistica, linfa vitale del Paese.  “E’ un piano senza precedenti dato che il turismo sta affrontando il peggior test della storia moderna”, ha affermato il capo del governo.

Un piano di supporto, quello francese, che si aggira attorno ai 18 miliardi di euro. Il fondo di solidarietà per le imprese operanti nei settori di caffè, alberghi e ristoranti, del turismo, degli eventi, dello sport e della cultura sarà esteso fino a fine settembre. La richiesta era stata di prorogarlo fino a fine anno. Il premier ha annunciato che il fondo di solidarietà privato da 1,3 miliardi sarà aperto al settore turistico “fino alla fine del 2020”. Philippe ha anche spiegato che i francesi potranno andare in vacanza in Francia a Luglio ed Agosto, tenendo sempre bene presente, però, lo sviluppo della pandemia. La Francia, infatti, è stata molto colpita dal Covid-19 tanto che  le vittime, attualmente si attestano intorno ai 27.000. Le zone identificate come rosse sono ancora molte specie nell’area parigina e nella regione del Grand Est al confine con la Germania. Qui forse le aperture saranno persino posticipate. Attendendo la decisione definitiva che dovrebbe arrivare la prossima settimana ci si augura che anche il turismo d’Oltralpe possa ripartire il prima possibile perchè a conti fatti siamo tutti sulla stessa barca.