Cagliari a domicilio: tutti i migliori ristoranti, panifici, pizzerie e paninoteche che fanno food delivery in città

Una lista di locali in cui richiedere il servizio di delivery nel capoluogo sardo.

0
649
I Ristoranti

L’Italia si ritrova da più di un mese letteralmente ferma: lockdown, con la nostra strana abitudine di usare termini inglesi anche quando non servono, basta dire tutto serrato. E questo accade anche in Sardegna, regione fortunatamente meno colpita da questa tragedia sanitaria, sociale ed economica che ci tormenta.

PBread Natural Bakery
PBread Natural Bakery

Stefano Pibi di PBread Natural Bakery (tel. +39  070 464 9121a Cagliari, due passi dal Molo Ichnusa, racconta: “Il 13 marzo è stata una nottata di quelle senza sonno. Il dilemma era: mando tutti a casa e speriamo in tempi migliori oppure provo a dare un servizio minimo. Il pane per me non è business, ma una missione, perché pesa davvero poco sul margine; ma hanno prevalso etica e senso civico. Mi sono detto: non mi conviene, ma il pane proprio non deve mancare.” Così Stefano ha chiesto ai suoi ragazzi se sarebbero stati disponibili e “qualcuno ci ha creduto, qualcuno ha preferito invece non prendersi rischi. Siamo partiti, va benino, oltre al pane facciamo le paste da colazione e abbiamo realizzato le colombe per Pasqua”. E poi, con po’ di tristezza nella voce, dice: “E per la sera c’è Deliveroo che però chiede percentuali davvero alte e i margini si fanno molto magri”.

Cucina.eat
Cucina.eat

E dal pane sono partiti anche da Cucina.eat (Tel. +39 070 099 1098), come ci ha spiegato Giuseppe Carrus che insieme ad Alessandra Meddi sono proprietari del locale: “All’inizio abbiamo reagito male, con tanta rabbia, avremmo voluto fare qualunque cosa pur di tenere aperto, ma non per una questione di guadagni, proprio non ci capacitavamo del fatto di vedere dopo sette anni di sforzi e passione una serranda che non si poteva più alzare: ecco perché quando i ragazzi mi hanno detto “portiamo a casa il lievito per tenerlo in vita” abbiamo deciso di tenere attiva la panificazione, un simbolo per tener acceso il contatto con i nostri clienti; le altre idee, come mettere online la cantina, sono venute dopo.

Panino.eat

Abbiamo vissuto una situazione particolare, perché prima della chiusura forzata era pronto Panino.eat (Tel. +39 070 099 1098), il nostro take away specializzato in panini che derivano dalle ricette di Cucina.eat, quasi dei piatti di cucina da passeggio. Avremmo quindi comunque sviluppato il delivery, senza utilizzare la forma classica perché ci hanno chiesto cifre assurde, con una forma tipo gastronomia dove posso portare il cibo già cotto o da assemblare, non come una pizza da consumare subito, insomma. Ogni giorno gestiamo le consegne, dal pane che sforna Mamadou, alla cantina ai panini farciti; dopo Pasqua partiremo con la linea della gastronomia e piatti classici della ristorazione italiana, da nord a sud.”

Sulla seguitissima pagina Facebook della sua Pbread Natural Bakery Stefano Pibi ha suggerito diverse ottime realtà golose cagliaritane che effettuano consegne a domicilio. Le abbiamo riprese e integrate per uno spunto gastronomico che varrà certamente anche quando il peggio di questo periodo sarà passato.

Ristorante ChiraroScuro
Ristorante Vitanova
Ristorante Niu

Di Cucina.eat abbiamo scritto, ecco allora che tra i luoghi che vale la pena tener presenti c’è ChiaroScuro (Tel. +39 347 963 0924)(da un titolo del premio Nobel Grazia Deledda) di Marina Ravarotto, con i suoi sapori di Barbagia.

Ancora, Vitanova Cucina e Dolci, (Tel. +39 070 467 2817) con Laura Sechi e le sue ottime proposte tra pasta fresca e dolci.

Non manca Niu (Tel. +39 070 753 8699 )che da giovedì a domenica arriva a casa con i piatti del suo menu scontati del 20%.


Luigi Pomata invece ha pensato a una selezione di piatti che arriveranno a casa e avranno bisogno di essere impiattati, rigenerati o terminati di cottura così da avere più di un giorno per essere consumati e garantire il loro gusto. Si può ordinare al numero +39 070 672058 dalle 11.00 alle 16.00 e le consegne dalle 17.00 alle 19.00.

 

Osteria kobuta

C’è anche Osteria Kobuta (Tel. +39 070657556), piccolo maiale in giapponese, che gioca con il cognome di Riccardo Porceddu, il quale propone la sua divertente cucina fusion giappo-sarda Kobuta-Ramen.

Da tener presente anche Rimani trattoria italiana (Tel. +39 347 347 6725 )(che in questo periodo aggiungendo “a casa” è in sintonia con gli obblighi da decreto).

Belle proposte non mancano pure da Bistrot 100 (Tel. +39 070 733 3300) .

Allo stesso modo interessanti anche i menu delivery Frontemare a casa tua di Frontemare (Tel. +39 392 7983163)

Etto
Sabores – Sapori di Sardegna

Come non ricordare poi Etto, macelleria- gastronomia di Pierluigi Fais (Tel. +39 070 205 0985)di Josto e Framento (eccellente, quindi, anche il pane), con carni sarde di filiera selezionata e ottimi prodotti del territorio e non.

Sabores – Sapori di Sardegna di Samuele Muscas (Tel. +39 070 653216) offre grandi formaggi, salumi e vini naturali sardi.

Così come I Cherchi che grazie a una collaborazione con L’Emiliana Cagliari (Tel. +39 392 925 0305 )hanno creato un box per l’aperitivo che mette insieme i loro notevoli prodotti con le tigelle artigianali di Rita.

Salsamenteria
Oyster

Da citare certamente anche Salsamenteria (Tel. +39 070 467 1919 ) Cagliari per formaggi, carni e salumi.

Per i vini vale la pena nominare anche Oyster (Tel. +39 070 657987).

Impasto (Tel. +39 070 653321) invece propone tanto la sua pasta fatta a mano quanto il kit per prepararla a casa.

Di grande pregio, in attesa di tornare a trovare Carlo Defraia nel bel palazzo sulla salita che porta al castello, il pane di Madriga (Tel. +39 070 894 0685).

Pizzeria Sa Scolla
Porta 1918

Per un’ottima pizza napoletana ecco Da Camillo Caddeo (Tel. +39 070 649 0580).

Vanno decisamente segnalati, a proposito di pizza, sia Federico Nansen (Tel. +39 070 667 0335), dove l’impegno sociale è di casa, sia Sa Scolla (Tel. +39 070 894 2262) che come proposta speciale di Pasqua ha elaborato una farcitura con agnello, carciofo, pecorino e zafferano.

Belle suggestioni golose nei locali di Porta di Riccardo Porta (Tel. +39 0709797214) che dal 1918 manda avanti una grande tradizione nella panificazione: non mancano colombe, pardulas, un grande amaretto integrale e pasta fresca tra cui culurgiones e malloreddus.

Originis

Buonissimi anche i panini di Caffè Valentina (Tel. +39 070 306255) e quelli di Overlook (Tel. +39 327 628 0526). Come anche le fritture, birre, burger e le patatine di Old Square Cagliari (Tel. +39 070 658099).

Da non dimenticare infine, i dolci della Pasticceria Originis (Tel. +39 070 657717) di Gianluca Aresu.

Come andrà? Secondo Stefano Pibi la ripresa, una volta cessata l’emergenza, sarà lenta ma inesorabile: “Usciremo tutti con molta cautela, la gente sarà impaurita. Sarà una ripartenza in sordina ma per fine anno mi aspetto la normalità”. Giuseppe Carrus invece, dice: “A prescindere da noi come azienda, ci dovrà essere una sinergia. La Sardegna nel fare rete pecca un po’, dobbiamo metterci insieme e fare gruppo, senza andare ciascuno per la propria strada, magari da parte dei più grandi e strutturati mettendo a disposizione idee ed energia, per esempio creando un portale condiviso per attirare la clientela. Così facendo ci sarà una possibilità in più per ripartire tutti.”