Il pollo arrosto più buono di Roma? È ai Parioli da Molto Ristorante

In questa zona chic della capitale, c’è un ristorante, Molto Ristorante, molto bello e curato ma sobrio ed elegante allo stesso tempo, che ha fatto del pollo arrosto il suo piatto signature.

0
109
La Storia

Tutti conoscono i Parioli. Sarà per i tanti film girati in questa zona o per l’accezione “pariolino” che identifica persone agiate e alla moda, sta di fatto che i Parioli sono il quartiere della Roma bene riconosciuto anche da chi non ci è mai stato.

In questa zona chic della capitale, c’è un ristorante, Molto Ristorante, molto bello e curato ma sobrio ed elegante allo stesso tempo, che ha fatto del girarrosto il suo piatto signature.

Non aspettatevi insegne vistose o dehors affettati: Molto è quasi nascosto e solo dopo aver superato il piccolo ingresso iniziale si accede a grande sala da pranzo di 320 metri quadrati, arredata con mobili di diversa origine e quadri d’autore dove prevalgono materiali come ferro, legno e ardesia. Sembra quasi di entrare in uno di quegli antichi circoli inglesi raffinati ma vissuti arredati con gusto. Sette finestre francesi rendono l’ambiente molto luminoso e danno accesso all’ ampia e gradevole terrazza esterna, perfetta per le calde estati romane.

Al centro della sala interna c’è un girarrosto a vista, cuore pulsante della cucina di Molto, dove le carni vengono fatte cuocere a fuoco lento.

Molto nasce nel 2006 da un’idea della famiglia Bassetti che, in una vita precedente, si occupava di gestire negozi in franchising di importanti marchi di fama mondiale. “Fare ristorazione ci sembrava un buon investimento: avevamo questo spazio libero ai Parioli e abbiamo contestualizzato al meglio il progetto all’interno di tale realtà di riferimento. Siamo partiti in sordina senza avere alcuna esperienza ma, con il tempo, ci siamo fatti le ossa” ci racconta Marco Bassetti titolare del ristorante. “Sin dall’inizio avevamo l’idea di fare un girarrosto ispirati da una visita all’Atelier Robuchon a Parigi con l’idea di coniugare lo stile italiano e la cucina del territorio” ci spiega Bassetti che prosegue “I clienti hanno subito apprezzato e capito la nostra idea di riqualificare alcune pietanze. La clientela è prevalentemente romana e di quartiere ma, tra maggio e dicembre, vengono anche molti turisti italiani e stranieri. Qualche anno fa venne a cena Woody Allen che si fece recapitare il pollo arrosto all’ hotel de Russie il giorno dopo per pranzo. A quanto pare gli era piaciuto molto”.

Il famoso volatile, ben cotto e dal sapore genuino di una volta, è un pollo nero di Borgogna scelto “perché mantiene meglio la cottura e ha una resa migliore, è più saporito e morbido. La preparazione è molto semplice: viene solo salato e messo sul girarrosto con uno spicchio di aglio alla base di ogni spiedo e cotto per 45 minuti/1 ora. Solitamente viene accompagnato con patate croccanti al sale e insalata di spinaci” conclude Bassetti.

Ma non solo: nel caratteristico girarrosto a vista vengono preparate carni cotte a fuoco vivo come polli ruspanti, anatre, maialini da latte e cacciagione, in base alla disponibilità giornaliera, il tutto pensando al recupero della lentezza, del calore e della tradizione.

I Piatti

La cucina si basa principalmente su prodotti coltivati nell’orto della tenuta della famiglia Bassetti, biologica e la cui raccolta avviene manualmente, che si affaccia sulle colline di Cerveteri. Questo approccio a Km 0 annulla la filiera della grande distribuzione in favore della genuinità delle materie prime come carciofi, puntarelle e pomodori.

I prodotti freschi arrivano quotidianamente al ristorante dove lo chef Paolo Castrignano rivisita in chiave moderna e personale le ricette della tradizione regionale e del territorio come pomodori datterino e bottarga di Cabras, zucchine di caponata, friggitelli gratinati al pecorino o padellotto di verdure novelle.

Tra i piatti, belli anche esteticamente, troviamo i grandi classici, come l’Amatriciana, rivisitati, come i saltimbocca di galletto, melone e porto, e i dolci golosi, come lo zabaione espresso con mandorle pralinate. Non mancano altre proposte realizzate con ingredienti d’eccellenza, di certificata origine e qualità.

Ricca anche la proposta di salumi e formaggi “dal banco”: Parmigiano Reggiano di montagna 30 mesi, Mozzarella di bufala di Paestum, servita con pomodorini essiccati artigianali, Culatello di Zibello Gran Riserva “Squisito”, Prosciutto toscano “Renieri” 24 mesi. Il pane e i lievitati sono fatti in casa ma c’è ancora margine per migliorare.

La cantina a giorno negli anni è cresciuta di pari passo con le proposte del menu; tante le etichette di vini e bollicine provenienti dalle migliori aziende vinicole italiane e straniere.

Indirizzo

Molto Ristorante

Viale dei Parioli 122

Tel.  +39 06 808 2900

Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena