Paolo Vizzari

Laureato in grammatica sperimentale su Gadda, prosegue con un master in narrativa e sceneggiatura che lo porta verso una carriera nei mondi del cinema e fumetto. Nel frattempo la sua passione per la gastronomia a cui è legato sin dalla nascita, diviene la sua principale occupazione. Lavora con il padre per la Guida “I Ristoranti d’Italia dell’Espresso” e collabora con varie testate di settore.

Descrizione:

Figlio d’arte, nasce nel 1990 e comincia a girare per ristoranti nello stesso anno.

Si laurea in lettere con una tesi di grammatica sperimentale su Gadda e per qualche tempo sogna di fare il filologo. Poi rinsavisce (ma neanche troppo) e si iscrive alla Scuola Holden di Torino, dove frequenta un master di narrativa e sceneggiatura che lo porta verso una carriera nei mondi di cinema e fumetto.

Nel frattempo ha però cominciato giovanissimo a lavorare con il padre per la Guida “I Ristoranti d’Italia dell’Espresso”, e decide di dedicare tempo pieno a quella che in fondo è la sua madrelingua: la gastronomia.

Da allora collabora e ha collaborato con Repubblica, L’Espresso, MTV, La Cucina Italiana, Traveller e il Luciano Pignataro Wineblog, ma soprattutto può dire di aver sadicamente tormentato i camerieri in quasi tutti i grandi ristoranti d’Europa quando ancora era troppo piccolo per venir picchiato.