Ristorante Pepe Nero – Mirko Giannoni

    Prato (PO)

    0
    3
    Pepe Nero, Mirko Giannoni

    sala 1

    Situato nei pressi del centro storico di Prato, al piano terra di un complesso residenziale moderno e dotato di un grande parcheggio gratuito, il ristorante Pepe Nero è una solida realtà da 15 anni.

    sala 2

    Dotato di una grande sala arredata in stile minimalista, con un bel parquet, l’atmosfera è resa particolarmente suggestiva dalle opere di arte contemporanea, pezzi originali di proprietà privata che spaziano da Kounellis a Emilio Prini, Fontana, Boetti, Lawrence Weiner e altri importanti artisti che si succedono periodicamente a conferiscono un’atmosfera particolarmente raffinata e unica nel suo genere.

    sala 3

    L’alternanza di tavoli tondi e quadrati, con comode poltroncine, dà alla sala un andamento armonico e mai pesante. I tovagliati in cotone bianco, le piccole abat-jour Kartell dall’effetto caleidoscopico, la bellezza delle opere alle pareti illuminate da piccoli faretti, l’illuminazione morbida e soffusa, sono elementi che contribuiscono a generare una sensazione di benessere e rilassatezza, ideale per trascorrere piacevoli momenti durante il pasto.

    sala 4

    Una carta dei vini profonda e ben dettagliata per quanto concerne i bianchi, con una particolare attenzione per i francesi – bollicine e non – e un buon scandaglio delle migliori cantine italiane, con qualche incursione nei vini naturali e biologici. Interessanti presenze anche internazionali, con vini cileni, neozelandesi, croati, ungheresi, e una piccola selezione di birre artigianali.

    Prezzi

    Prezzo medio per antipasto+primo+secondo+dolce: € 50

    "Mare profumo di mare" 6 portate | € 55

    "Il mare in un stanza" tapas a mano libera | € 75

    Prezzi aggiornati al: 12/03/2018

    Piatti rappresentativi

    Piatti rappresentativi del ristorante

    1 - Risotto Vermouth

    2 - Sedano alla Pratese

    3 - Spaghetti con pesto di alghe marine, ricci di mare e vongole

    4 - Crudo e cotto di mare, verdure croccanti e Bouillabaisse in riduzione

    5 - Ombrina con cime di rapa, fagioli cannellini e vongole

    Servizi

    Accessibile ai disabili

    Accessibile ai disabili con aiuto

    Animali domestici accettati

    Animali domestici di piccola taglia accettati

    Aria condizionata

    Pagamenti con American Express accettati

    Pagamenti con Bancomat accettati

    Pagamenti con Cartasì accettati

    Pagamenti con Mastercard accettati

    Pagamenti con Visa accettati

    Wi - fi

    Punteggi

    Guida Michelin 2018 - Non Segnalato

    Guida Espresso 2018 - Non Segnalato

    Guida Gambero Rosso 2018 - Non Segnalato

    Dicono di noi
    * Contenuti redazionali e fotografici con finalità promozionali

    Il Gambero Rosso dice:

    Ha messo la quarta, Mirko Giannoni, nel far progredire il suo locale, nato con una cucina semplice nel 2002, per poi trasformarsi qualche anno fa, grazie anche all’ingresso nello staff della moglie Sara Sanesi, che si occupa del servizio e della cantina. Una sorta di illuminazione quella che lo ha colpito, la voglia di cambiare proposta gastronomica in maniera radicale. Si entra nell’unica sala, ben arredata, con spazi studiati con attenzione: a pranzo una lista ristretta, a cena la cucina è innovativa. I menu sono proposti all’interno di riviste di arte e architettura, la scelta può avvenire attraverso due degustazione, a 50 o 60 euro, o si gioca alla carta. Negli assaggi di benvenuto, piacevole il fiore di zucca fritto con pane al nero di seppia e acciughe e molto divertente il tiramisù di baccalà. Gioca sui toni freschi e invitanti la corona di sgombro confit, coperta da cipolla di Tropea scottata e crema di cannellini. Fuori dagli schemi il carpaccio di gamberi rosa, salsa al cocco, lime e ananas stufato. Interessante (ma può salire di livello) il risotto con gamberi crudi e cotti, mortadella di Prato e riduzione al vermouth, mentre sono perfette le bavette affumicate con vongole e ricci di mare. Arricchita la carta dei dolci, con un’incredibile interpretazione della ciliegia: bavarese al kirsch, cremoso di ciliegia, croccante al mirtillo rosso con gelato al pistacchio. Carta dei vini impreziosita da proposte non usuali, dai ricarichi corretti. Servizio sorridente, cortese e affettuoso.

    Fonte: Guida Ristoranti d’Italia 2018 del Gambero Rosso

    Prodotti e fornitori
    * Contenuti redazionali e fotografici con finalità promozionali

    Alcuni fornitori 

    Farine

    Molino Bardazzi – Vaiano (PO)

     

    Carni e salumi

    Macelleria Mannori – Prato

     

    Ortaggi

    Colzi – Prato

     

    Pesce

    Milupesca – Viareggio (LU)

     

    Prodotti particolari del territorio

    Mortadella di Prato

    Vermouth di Prato

    Formaggi della Calvana

    Ferie: 3 settimane agosto – prima settimana gennaio

    Coperti: 40

    Tipologia Cucina: Creativa, regionale italiana, di pesce

    Indirizzo: Via Zarini 289 59100 Prato (PO)

    Prenota un tavolo: +39.0574.550353

    Email: ristorantepepenero@hotmail.it

    Sito web: http://www.ristorantepepeneroprato.it/

    Seguici sui social: