Ristorante Al Porticciolo – Chef Gianfranco Pascucci

    0
    265

    La rinnovata gestione in 12 anni si evolve passando dagli oltre 100 coperti con piatti di mare tradizionali, ad un più raffinato menu di pesce, dove la grande ricerca e l’affinamento di tecniche culinarie, unitamente alla grande materia prima esclusivamente di pescato fresco, non allevato nè importato, fanno arrivare la meritata stella Michelin ed altri importanti riconoscimenti. Il locale è adiacente al porticciolo turistico, a 300 metri dal lungomare e con il fiume Tevere che passa al suo fianco. E’ qui che ormeggiano i pescherecci locali, dai quali il ristorante si approvvigiona per gran parte dei prodotti utilizzati. La novità per il 2013 è la creazione con un socio proprietario, di un orto “naturale” nell’ isola sacra, proprio in mezzo agli scavi di ostia antica, zona particolarmente incontaminata poiché soggetta  a parecchi vincoli.

    Negli ultimi anni location, sala ed accoglienza si affinano. Gli attuali 45 coperti sono ora disposti in un ambiente piacevole ed elegante. Capace nello stesso tempo di richiamare anche ad un raffinato e rilassante luogo vacanziero.

    La cantina è di gran qualità, con l’ arrivo della competente sommelier Mirka Guberti vengono inserite nuove etichette di produzioni naturali. Attualmente si contano oltre 220 referenze.

    Servizi

    Accessibile ai disabili con aiuto

    Animali domestici non accettati

    Aria condizionata

    Giardino

    Menù per bambini

    Pagamenti con American Express accettati

    Pagamenti con Bancomat accettati

    Pagamenti con Cartasì accettati

    Pagamenti con Diners Club accettati

    Pagamenti con Mastercard accettati

    Pagamenti con Visa accettati

    Sala privata

    Tavoli all' aperto

    Punteggi

    ["912"] 2 forchette - 85 (51 cucina 16 cantina 15 sala 3 bonus)

    Dicono di noi
    * Contenuti redazionali e fotografici con finalità promozionali

    La guida espresso dice:

    Se avete fretta, non venite qui, sopratutto nei fine settimana, quando la darsena si riempie di romani in gita. Se invece cercate un approccio sobrio e affabile alla tavola, questo è il posto giusto, un ambiente dal gusto eclettico, tanto raccolto quanto luminoso. Una leggerezza alla quale tende, sia pure con qualche distrazione, una attraente linea di cucina: mano morbida su cotture, marinature e condimenti per esaltare la freschezza del pesce. Stesso approccio per i vini: carta pensata, e ricca di bianchi naturali, biologici e bio-dinamici raccontati con grande entusiasmo da una signora sommeliera. Convincono assai l’ iniziale calamaro fritto e quello scioccato ripieno di pappa al pomodoro, come i maltagliati alla panzarella, dove discutono tra loro vongole, zucchine e bottarga. Meno entusiasmanti le mazzancolle cotte nel lino e nelle erbe, accompagnate da una traccia di nocciole, foie gras e datteri. Degustazioni da 65 e da 80 euro. Alla carta sui 75.

    Fonte: Guida Espresso ai ristoranti d’ Italia 2013

     

    La guida michelin dice:

    Dimenticate i viaggi aeroportuali e fermatevi da Pascucci, Fiumicino è ormai sulla mappa gourmet e non solo su quella del traffico internazionale. Rarità e ricercatezze premiano la sfida del cuoco che riesce ad essere originale pur nella necessaria e rispettosa semplicità di proposte in prevalenza ittiche. Anche le camere sono un porto sicuro.

    Fonte: Guida Michelin 2013

     

    Il gambero rosso dice:

    Un locale internazionale di gran livello. È questa la sensazione che si  avverte sedendosi alla tavola di Gianfranco Pascucci. Sarà la grande  professionalità, sarà la qualità della cucina, sarà la vicinanza con  l’aeroporto (da dove arrivano molti stranieri), col bonus di un grazioso  albergo con otto curate camere dove fermarsi per la notte. Grazie alla  flotta peschereccia Fiumicino potrebbe essere quello che Anzio è un po’  più a sud, ovvero un centro del mangiar bene (pesce, naturalmente). Così  non è, perché la gran parte delle trattorie di mare serve materia prima  d’allevamento. Ed ecco perché il lavoro di questo chef è inedito e  prezioso (bonus). E non basta definire la sua cucina come banalmente  rispettosa delle materie prime: in realtà Gianfranco (che con Vanessa  Melis, che lo affianca in sala, forma una coppia affiatata nella vita e  nel lavoro) gioca sui confini tra minimalismo e azzardo. Il minimalismo,  se così si può dire, è ad esempio quello dei grandi crudi; l’azzardo,  invece, è il tentativo ripetuto di ibridare la salinità del mare con i  sentori della terra. Ecco dunque che i gamberi cotti per induzione di  sale (piatto ormai storico) vengono serviti con le erbe bruciate ancora  in combustione. Ecco la suggestione dell’arrosto di gamberi. Ed ecco,  qui forse con qualche azzardo di troppo, il carpaccio di spigola con  quello di chianina insieme ai tagliolini al burro. Stesso palleggio fra  Tirreno ed entroterra nei primi, come nel risotto al nero di seppia,  trasparenza di calamari e carciofi, che con altri piatti sgombra il  campo da tutti gli stereotipi intorno alla cucina di mare. La carta dei  vini è di dimensioni umane e compilata con intelligenza, tutto il  reparto è in mano al nuovo arrivo Mirka Guberti (qui dall’inizio  dell’anno). I menu degustazione, a 80 e 65 euro, valgono il terzo bonus.

    Fonte: Guida ristoranti d’ Italia del Gambero Rosso 2013

    Prodotti e fornitori
    * Contenuti redazionali e fotografici con finalità promozionali

    Prezzi dei menu’

    Prezzi aggiornati al 19/01/2013. Nel corso del tempo prezzi, menù ed assortimenti potrebbero subire variazioni.

    Alla carta prezzo medio per antipasto + primo + secondo + dolce

    € 80 per persona vini esclusi

    Menu’ degustazione

    € 65 per persona vini esclusi

    Menu degustazione giafranco

    € 80 per persona vini esclusi

    In abbinamento alle degustazioni

    Piatti rappresentativi del ristorante

    Linguine mancini aglio, olio e peperoncino

    Gamberi rossi al sale, profumi di erbe bruciate e agrumi

    Carpaccio d’ Amare al caviale – tagliolini al burro e ginepro con carpaccio di pesci e carne marinata

    alcuni fornitori

    Carni

    Bottega Liberati

    Pesce

    Pesca pronta

    Piccola paranza

    Gambero rosso

    Ostriche

    Pedro srl

    Formaggi

    Dol

    Caffe’ e spezie

    Gianni Frasi

    Giorno di chiusura: domenica sera e lunedì

    Ferie: dal 7 al 27 gennaio - dal 16 al 30 agosto

    Coperti: 45

    Tipologia Cucina: di mare, creativa, regionale

    Indirizzo: viale Traiano 85 - 00054 Fiumicino (RM)

    Prenota un tavolo: +39 0665029204

    Email: info@alporticciolo.net

    Sito web: http://www.alporticciolo.net

    Seguici sui social: