Risotto Anni ‘80 | Daniele Patti

    Ricetta di Daniele Patti: Risotto Anni ‘80

    0
    238
    Ingredienti e procedimento

    Ingredienti per 4 persone

    210 g di riso 100% carnaroli

    8 gamberi rosa

    Salsa Worcestershire q.b.

    Per il burro acido

    250 g di burro

    250 ml di vino

    100 ml di aceto

    3 cipolle bianche

    Per il burro ai crostacei

    100 g di burro salato

    100 ml di salsa granchio

    1 sedano

    1 carota

    1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

    300 g di polpa di pomodoro

    15 pz di granchietti

    Per la cialda di riso

    100 g di riso

    300 ml di acqua

    100 g di carapaci di gamberi rosa

     

    Procedimento

    Per la cialda di riso

    Cuocere il riso assieme ai carapaci di gamberi rosa, in acqua. Portare oltre cottura e frullare il tutto con un frullatore ad immersione.

    Stendere sottilmente tra due strati di carta forno il composto, essiccarlo in forno per 2 ore e 30 minuti a 65°C. Infine friggere a 190°C in abbondante olio d’arachide.

    Per il burro acido

    Stufare le cipolle in una pentola con aceto e vino. Lasciar raffreddare il composto ed aggiungere il burro (precedentemente stemperato a temperatura ambiente).

    Lasciare in infusione per 30 minuti e frullare.

    Per il burro ai crostacei

    Tritare sedano, carote e cipolla, metterli a stufare in una casseruola con olio e granchietti, aggiungere la passata di pomodoro e un cucchiaino di concentrato di pomodoro, quindi lasciar restringere il tutto.

    Infine, passare il composto al passaverdura per ottenere la salsa.

    Per il risotto

    Cuocere il riso come un classico risotto, quindi procedere con la doppia mantecatura.

    Composizione del piatto

    Impiattare ponendo sopra il riso la cialda fritta decorata con gamberi rosa laccati e scottati con salsa Worcestershire, salsa rosa e ciuffi di insalata riccia.

    Per finire aggiungere qualche goccia di salsa Worcestershire ristretta per completare il piatto.

    daniele patti copertina 970

    La fotografia di Daniele Patti è di Lido Vannucchi

    La fotografia di copertina è de La Madia Travel Food