Agnolotti del plin di Seirass al timo serpillo cotti nel fieno maggengo | Maurilio Garola

    Ricetta di Maurilio Garola: Agnolotti del plin di Seirass al timo serpillo cotti nel fieno maggengo

    0
    272
    Ingredienti e procedimento

    Ingredienti per 12 persone

    Per la sfoglia

    600 gr. di farina 00

    400 gr. di semola di grano duro

    4 uova

    olio extravergine d’oliva

    30 gr sale

    22 tuorli

    Procedimento

    Setacciare le due farine sulla spianatoia, formare la fontana e porre al centro le uova e i tuorli, il sale e l’olio. Lavorate il tutto sino a ottenere un composto sodo e omogeneo.

    Per la farcia

    1 kg. di formaggio Seirass fresco

    90 gr. di albume

    50 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato

    Sale e pepe

    Procedimento

    Passare al setaccio il Seirass, unire gli altri ingredienti e lavorare il tutto sino a ottenere un impasto omogeneo.

    Altri ingredienti

    Fieno

    Timo serpillo fresco tritato

    Burro di montagna

    Procedimento PER GLI AGNOLOTTI

    Stendere la pasta in fogli sottili; riempire una tasca da pasticcere con il ripieno e collocare degli spumoncini sui fogli di pasta; disporre sopra un secondo foglio, ritagliare la pasta intorno al ripieno con una rotella dentata e chiudere bene gli agnolotti dando il classico pizzicotto, il tradizionale “plin”.

    Preparare un canovaccio con all’interno il fieno che avvolgeva il seirass e immergerlo nell’acqua dove verranno cotti gli agnolotti.

    Portare a ebollizione, salare leggermente e cuocere gli agnolotti; scolarli molto delicatamente e passarli per qualche istante in una padella con una noce di burro e del timo serpillo.

    Utilizzando il fieno del canovaccio, creare dei nidi da posizionare nei singoli piatti e servire all’interno gli agnolotti.

    Tutte le fotografie sono di Lido Vannucchi