La pasticceria decorativa di Frank Haasnoot

Abbiamo intervistato il nuovo Presidente di giuria del prossimo World Chocolate Masters, che si svolgerà a Parigi dal 31 ottobre al 2 novembre 2018. Frank Haasnoot è oggi senza dubbio tra i protagonisti assoluti dell’alta pasticceria internazionale.

Estela, la cucina vegetale e giocosa di Ignacio Mattos che sta cambiando New York

La parabola di Ignacio Mattos, cuoco Uruguayano di New York. Dal progetto di ISA a Brooklyn al successo di Estela a Nolita. La vendetta è un piatto che va servito freddo.

La globalizzazione gastronomica di Ramón Freixa a Madrid tra tecnica e tradizione

Un catalano a Madrid. Alla scoperta della cucina tecnica e globale di Ramon Freixa, ospitata all’interno dell’Hotel Unico

Jamie Simpson, la creatività come atto agricolo

Succede presso il Culinary Vegetable Institute di Milan, Ohio, dove il giovanissimo chef Jamie Simpson getta i semi della tecnica e della fantasia nei solchi di un progetto agricolo senza pari.

Kemal Demirasal, seguendo il vento dei sapori d’Anatolia

Il viaggio del cuoco autodidatta e windsurfer Kemal Demirasal nel ricostruire le tradizioni di un popolo, dal limpido mar Egeo alla solitudine delle montagne della Cappadocia.

Iñaki Aizpitarte: Genio e Sregolatezza di uno dei cuochi più influenti degli anni ‘00

La storia di Iñaki e del suo Chateaubriand, modesto bistrot dell’est parigino che ha cambiato una generazione di cuochi e di golosi.

Ristorante Coque di Mario Sandoval: la memoria gastronomica spagnola che guarda al futuro

I fratelli Sandoval stupiscono con il ristorante Coque a Madrid, un percorso nella cucina iberica per divertirsi a tavola, tra avanguardia, classicità e due stelle Michelin.

La grande cucina di Even Ramsvik, astro nascente dell’avanguardia scandinava

Amore e verità nei mari del nord. Nel centro di Oslo, l’avanguardia scandinava si cimenta con i grandi prodotti locali, a cominciare dal pesce del mare di Norvegia. Inaugurando nuovi registri gustativi.

Thomas Bühner e la sua cucina aromatica tridimensionale

Partito con l’apprendimento della cucina classica francese, nel corso degli anni il suo stile si evolve trasformandosi in una gastronomia d’avanguardia tedesca, definita come “cucina aromatica tridimensionale”.