Paul Cunningham, il giardiniere rock di Henne

Nelle lande dello Jutland una cucina vivace e divertente in compagnia dell’istrionico cuoco inglese Paul Cunningham, diventato il padrone di casa a Henne da tre anni a questa parte.

Semplicità e purezza, la tradizione innovativa di Jonnie Boer

E’ una delle mete gastronomiche più ambite dei Paesi Bassi, un vecchio carcere femminile trasformato in uno straordinario Relais & Châteaux, che da gennaio 2015 ospita al suo interno anche il celebre ristorante 3 stelle Michelin De Librije.

Enrico Crippa: le parole dell’orto

La filosofia verde, le pratiche quotidiane e cinque nuovi piatti di un cuoco allo zenit.

La rivoluzione di Jacques Genin, il più grande pasticciere al mondo si racconta

La sua pasticceria è considerata la migliore al mondo, servita solo espressa, confezionata al momento nella sua boutique parigina. Un percorso cominciato come autodidatta che lo ha portato fino ai vertici del settore.

La grande cucina di Even Ramsvik, astro nascente dell’avanguardia scandinava

Amore e verità nei mari del nord. Nel centro di Oslo, l’avanguardia scandinava si cimenta con i grandi prodotti locali, a cominciare dal pesce del mare di Norvegia. Inaugurando nuovi registri gustativi.

Il mezzogiorno di Enrico Crippa

Un cuoco al suo zenit: da dieci anni a Piazza Duomo, Enrico Crippa cortocircuita contadinità e alta scuola, terroir e giapponismi, tartufo, merluzzo e alga kombu. Una cucina inconfondibile, alla conquista delle classifiche mondiali.

Boragò, la cucina endemica di Rodolfo Guzmàn

La mission del Boragò è quella di servire portate basate sull'utilizzo di prodotti endemici, locali. Materie prime che il suolo e il mare cileno offrono nella loro unicità, congiuntamente alle tradizioni pervenute dalle antiche popolazioni autoctone.

Atsushi Tanaka, qualcosa di nuovo a Parigi

Entrato in scena da poco meno di un anno nella capitale bistronomica, è già considerato un astro nascente della cucina contemporanea, vantando una formazione da Pierre Gagnaire e migrazioni nelle più importanti cucine europee e avanguardiste.

L’avanguardia iberica di Paco Perèz

Alla fine degli anni ’90 è stato uno degli interpreti migliori della filosofia rivoluzionaria di Adrià. Il suo stile di cucina basato su elementi interiori e territoriali si è ben evoluto, rimanendo un saldo punto di riferimento della cucina d’avanguardia.

Jamie Simpson, la creatività come atto agricolo

Succede presso il Culinary Vegetable Institute di Milan, Ohio, dove il giovanissimo chef Jamie Simpson getta i semi della tecnica e della fantasia nei solchi di un progetto agricolo senza pari.

Daniel Humm, storia di un grande successo dalla Svizzera a New York

Un tirocinio in uno dei più rinomati hotel di Zurigo dove apprende tecnica e disciplina, a 24 anni la prima stella Michelin, poi il trasferimento negli Stati Uniti: dalla West Coast alla East Coast in un crescendo di riconoscimenti e notorietà.

Thomas Bühner e la sua cucina aromatica tridimensionale

Partito con l’apprendimento della cucina classica francese, nel corso degli anni il suo stile si evolve trasformandosi in una gastronomia d’avanguardia tedesca, definita come “cucina aromatica tridimensionale”.