Atsushi Tanaka, qualcosa di nuovo a Parigi

Entrato in scena da poco meno di un anno nella capitale bistronomica, è già considerato un astro nascente della cucina contemporanea, vantando una formazione da Pierre Gagnaire e migrazioni nelle più importanti cucine europee e avanguardiste.

L’avanguardia iberica di Paco Perèz

Alla fine degli anni ’90 è stato uno degli interpreti migliori della filosofia rivoluzionaria di Adrià. Il suo stile di cucina basato su elementi interiori e territoriali si è ben evoluto, rimanendo un saldo punto di riferimento della cucina d’avanguardia.

Jamie Simpson, la creatività come atto agricolo

Succede presso il Culinary Vegetable Institute di Milan, Ohio, dove il giovanissimo chef Jamie Simpson getta i semi della tecnica e della fantasia nei solchi di un progetto agricolo senza pari.

Daniel Humm, storia di un grande successo dalla Svizzera a New York

Un tirocinio in uno dei più rinomati hotel di Zurigo dove apprende tecnica e disciplina, a 24 anni la prima stella Michelin, poi il trasferimento negli Stati Uniti: dalla West Coast alla East Coast in un crescendo di riconoscimenti e notorietà.

Thomas Bühner e la sua cucina aromatica tridimensionale

Partito con l’apprendimento della cucina classica francese, nel corso degli anni il suo stile si evolve trasformandosi in una gastronomia d’avanguardia tedesca, definita come “cucina aromatica tridimensionale”.

Colin Bedford, alta cucina locale nel North Carolina

Il Fearrington Village è un paradiso gourmand immerso nel verde, dove è possibile dormire, rilassarsi e gustare le tante specialità del Fearrington House Restaurant, che offre un’esperienza gastronomica di alto livello “from farm to fork”.

Heinz Reitbauer, tutta l’eleganza dello chef numero uno d’Austria

L’hanno definita la più elegante cucina austriaca, una reinterpretazione moderna basata sui prodotti della sua regione di provenienza, la Stiria. Materie prime di indiscussa qualità che lo chef propone nel suo bel ristorante viennese.

Josean Alija, cuciniere d’avanguardia con la passione vegetale

La natura e il mondo vegetale come punto focale della propria cucina, che si palesa attraverso una fusione di ricerca e avanguardia, portando alla realizzazione di piatti che colgono l’essenza dei prodotti in tutta la loro profondità gustativa.

Grant Achatz, storia di un grande chef

Una storia iniziata come tante, nella cucina del ristorante di famiglia, fino a divenire uno degli chef che dettano le linee della gastronomia mondiale ed essere considerato tra i 100 uomini più influenti del Pianeta.

La cucina basca popolare ultramoderna di Eneko Atxa

E’ il più giovane chef spagnolo ad aver conseguito le 3 stelle Michelin, la sua cucina è costituita da creatività illimitata ed avanguardia, partendo tassativamente dalla grande tradizione gastronomica basca e dai suoi sapori.

Ben Shewry: cucina naturale contemporanea nella lontana Melbourne

The World’s 50 Best Restaurants lo ha eletto miglior ristorante australiano del 2014. Una cucina evocativa che prende spunto dalla sua infanzia e dai luoghi nei quali è cresciuto, palesando un legame indissolubile con la natura e la sua spontaneità.

Atelier Amaro, la prima stella Michelin della Polonia

Il primo ristorante polacco ad aver ricevuto la stella Michelin, la cucina di Modest Amaro fonda le sue basi sulla natura e la sua stagionalità, elevata al meglio attraverso tecnica e creatività.