L’avanguardia popolare di Errico Recanati

Nell’humus neorurale di Loreto attecchiscono suggestioni spagnole e tecniche contemporanee: un contrasto foriero di sensazioni sorprendenti.

La nuova Anteprima di Daniel Facen

Daniel Facen, ovvero il pasto come opera d’arte totale. Senza abiurare le tecniche molecolari, il cuoco di Chiuduno si prepara a inaugurare una nuova pista per la sua creatività.

Da Vittorio: la contemporaneità oltre la storia

Classico, creativo, avanguardista: Chicco Cerea raccoglie l’eredità del padre Vittorio nella rete del suo pluristilismo, grazie a un metodo creativo fondato sul brainstorming.

Il Punto D: Damiano Donati a Lucca

Fra i talenti più puri della jeune vague italiana, Damiano Donati sgancia il tritolo della sua fragilità su convinzioni e convenzioni della gastronomia costituita.

Cinetica dell’onda: il blu spagnolo di Claudio Petrolo

La certezza di un pescato straordinario, la sicurezza nelle mani e nella tecnica: Claudio Petrolo surfa il mare di Gaeta sopra una tavola di porcellana.

Ciccio Sultano, la Sicilia come un ring

Plebeo e baronale, selvatico e manierista, contadino, filosofo, artigiano e rôtisseur. Il talento totale di Ciccio Sultano è lo specchio fedele di una Sicilia incontenibile.

Clelia Bandini, nuova vestale della cucina femminile sarda

La passione irrefrenabile per la cucina l’ha portata a rinunciare a una brillante carriera come psicologa per dedicarsi alla ristorazione insieme al marito. Così nasce il ristorante Lucitta, nella splendida costa ogliastrina.

Enrico Mazzaroni: l’anima del Tiglio

Nitida, disadorna, irriverente. Enrico Mazzaroni serve una cucina spirituale come i monti Sibillini nel suo retiro a Montemonaco. Fra le più visionarie d’Italia.

Nikita Sergeev: la curva di crescita di un giovane talento

Fa parlare di sé Nikita Sergeev, giovanissimo cuoco nato in Russia che sta bruciando le tappe a Porto San Giorgio. Studio delle origini, modernità mediterranea e grandi abbinamenti i propellenti della sua crescita accelerata.

Matteo Baronetto e l’arte della scossa

Controintuitivo, antitecnico, fulminante: Matteo Baronetto torna alla carica con una cucina che non sopporta paragoni. La solitudine di una monade nel tourbillon effimero delle tendenze.

Paolo Barrale: merenda d’estate – 2^ parte

La nuova carta del ristorante Marennà, a Sorbo Serpico, illumina la tradizione campana con la controluce sferzante del contrasto. Tutta la freschezza e la fragranza del sud attraverso il filtro puristico di Paolo Barrale.

La terra e l’acqua di Yoji Tokuyoshi

Dal 4 febbraio 2015 il primo dei secondi, controfigura di Massimo Bottura, serve una cucina tutta sua a Milano, in continuità con le conquiste stilistiche del secondo ristorante del mondo.