Magnificat a Senigallia: Mauro Uliassi

È un piacere che niccianamente sogna, quello del ristorante di Mauro Uliassi. Più profondo del fachirismo avanguardista. Merito della coralità e di una cerebralità macinata come un olio essenziale dai sensi.

Parkour Marchini, la sfida dell’ Erba del Re

Fra gli chef più discussi del panorama italiano, Luca Marchini ci piace. Per la cerebralità mutuata da Massimo Bottura, l’intransigenza nel perseguire uno stile proprio, il coefficiente di rischio fra i più alti d'Italia.

L’ Atman di Igles Corelli, lo spettacolo imperdibile dell’ impennata di un mito

La forza dell’Atman sta nel sudore del suo fuoriclasse: Igles Corelli, un maestro che ha fatto ritorno alla materialità delle sue casseruole. Conoscenza, istinto, rigore. E lo spettacolo imperdibile dell’impennata di un mito.

La Liguria contemporanea di Flavio Costa

Raffinato interprete della cucina ligure contemporanea, Flavio Costa si è da poco trasferito al 21.9. La nuova location è un raffinato ristorante disposto su due piani, con la bella terrazza che da sulla spiaggia di Albissola Marina.

Viviana Varese, la grande cucina di mare nel cuore di Milano

Da Alice si va per mangiare il migliore pesce di Milano, scelto ogni mattina al mercato ittico. Le cassette che finiscono nel furgoncino di Sandra sono tutte made in Mediterraneo, dal nord al sud, dalle coste orientali alle colonne d’ Ercole.

Il genio carsico di Paolo Lopriore

La tradizione ha tante maschere - scriveva Cocteau -, per non farsi riconoscere. Compresa l'avanguardia carsica dell'ultimo Canto di Paolo Lopriore. - Fotografie di Bob Noto -

Valentino Cassanelli, una capanna di capelli ricci e doti culinarie straordinarie

Insieme a Carlo Cracco ha curato l’ apertura del ristorante Lux Lucis, dopo una breve parentesi a Venezia è tornato come primo chef. A capo di un’ allegra brigata, propone una cucina del territorio con ottime materie prime e tanta creatività.

Due torri e una stella, i portici di Agostino Iacobucci

Ultimo tassello di un miracolo campano esploso troppo forte per restarsene compresso fra i righelli dei geografi, una cucina che trasmette un senso di fusione fra luoghi geografici e mentali, l’alto e il basso, la raffinatezza e il vitalismo plebeo.

Talento globale e gusto italiano: finalmente Lorenzo Cogo

Coraggioso, ipertecnico, astrattista from scratch, all'unisono con le tendenze globali (e forse qualche nota più in là nel paradosso). Dimenticate il check-in per Sidney e Singapore: l'avanguardia non conosce jet lag a Marano Vicentino.

Il camaleontico sentiero culinario di Cristiano Tomei tra cibo e arte

L’ estroso e bizzarro chef Viareggino da quasi un anno trasferito al Lu.c.c.a. Center of Contemporary Art, ama definirsi artigiano, come le sue opere, espressione del territorio e rassicuranti al gusto, quanto stravaganti ed inconsuete alla vista.

Trattoria Zappatori ed il suo giovane talento

Christian Milone, talento naturale, purissimo, del tutto personale. Elastico, metamorfico, irrimediabilmente se stesso.