Chef stellato americano crea la prima catena di ristoranti robot senza camerieri: “Così il cibo costerà meno”

Ristoranti modulari completamente automatizzati: cibo sano, conveniente e accessibile grazie ai robot. Il progetto dello chef stellato Erich Minnich potrebbe rivoluzionare l’esperienza gastronomica come l’abbiamo vissuta finora.

0
224
La notizia

Fornire cibo sano, più conveniente e accessibile: questa la mission che ha mosso Alex Kolchinski, Alex Grueble e Max Perham quando si sono incontrati a Stanford mentre studiavano ingegneria. La mancanza di opzioni di scelta di cibo nel campus e il costo comunque elevato hanno fatto accendere la lampadina ai tre amici, che si sono messi a riflettere su come poter offrire buon cibo a un costo inferiore. Kolchinski e Gruebele allora stavano svolgendo un dottorato in robotica e hanno iniziato a pensare a come i robot potessero aiutare nella preparazione dei pasti e di altre attività.

Allora scoprimmo che una ciotola di burrito da 10 $ costava realmente 3 $ in spese alimentari, e il resto del denaro serviva per il costo del lavoro, delle spese generali e degli immobili. Se avessimo costruito un ristorante automatizzato, avremmo potuto ridurre significativamente il prezzo dei pasti“, spiega Kolchinski. Il trio di ingegneri, così, si è unito allo chef stellato Eric Minnich, che in precedenza era executive chef del ristorante spagnolo The Commissary a San Francisco, per avviare Mezli, una società che costruisce ristoranti modulari completamente automatizzati.

Crediti Erich Minnich

Il prototipo di “ristorante robot” di Mezli produce solo una piccola parte delle ciotole servite ai clienti ed è integrato da una cucina a propulsione umana. Il concept è attivo e funzionante e serve i clienti dalla sede di KitchenTown dell’azienda a San Mateo. Le macchine occupano uno spazio di 10 per 20 piedi.

Crediti Mezli

I pasti partono da 6,99$ e i commensali possono ordinare direttamente dal ristorante o online e ritirare il cibo, oppure optare per il delivery. Il prototipo del ristorante robot ha fornito un ottimo feedback: il 44% dei clienti che ha provato il suo cibo è diventato abituale.

Crediti Mezli

La società ora sta lavorando alla terza versione del prototipo che sarà pronta per il lancio il prossimo anno, grazie anche un finanziamento di 3 milioni di dollari da parte di investitori tra cui Metaplanet, Pieter Abbeel, il ristoratore Zaid Ayoub e Y Combinator. Questo nuovo finanziamento consentirà all’azienda di rafforzarsi e presto Mezli sarà in grado di produrre in serie migliaia di ristoranti modulari e distribuirli più rapidamente.

Fonte: techcrunch.com