Come una giovane fiorista prodigio realizza sculture di piante per i migliori ristoranti della California

Rebeka Northway realizza allestimenti di fiori e piante per i più importanti ristoranti della California. Ecco come si svolge la sua giornata, dalla raccolta dei prodotti giusti alle prove nei locali.

0
24
La notizia

C’è un mondo, dietro l’alta cucina, fatto di allestimenti floreali studiati ad hoc per impreziosire i migliori ristoranti del globo. Tra i fioristi più richiesti in America, Rebeka Northway è un nome che sentirete spesso: con la sua attività Petaler ha fatto dell’arredamento vegetativo ben più di un lavoro, una vera arte.

Crediti Michael Short

Northway si è nel tempo specializzata nel creare composizioni per i locali più rinomati di San Francisco, utilizzando rami, foglie e arbusti presi direttamente dalle fattorie alla tavola. Sin dalla mattina presto, intorno alle 4:30, è possibile trovarla mentre raggiunge il mercato dei suoi venditori di fiducia. A metà mattina sta scaricando i suoi tesori allo Zuni Cafe, il ristorante della California noto per il suo pollo arrosto e la cucina stagionale.

Crediti Patricia Chang

L’installazione settimanale in questo iconico locale a forma di cuneo richiede in genere circa quattro ore, secondo le stime di Northway. Di solito, si deve occupare di un’enorme decorazione in cima al pianoforte del ristorante: inizia con le impalcature, sotto forma di quei grossi rami di quercia e pero, poi aggiunge lunghi, sottili steli punteggiati da delicati fiori rosa.

Crediti Patricia Chang

Ma Northway non si occupa soltanto di decorare Zuni Cafe: tra i suoi clienti ci sono molte delle principali destinazioni gastronomiche di San Francisco, come State Bird Provisions, Octavia e Nopa. La fiorista è autodidatta e ha imparato dopo “molte prove ed errori“: come ha più volte raccontato ai media, “è iniziato tutto quasi per gioco”. La selezione dei fiori per i ristoranti richiede un approccio molto specifico, ha spiegato. A differenza di allestimenti per eventi come i matrimoni, gli addobbi per ristoranti devono essere in grado di durare circa una settimana e resistere alla possibilità di essere urtati da un cameriere distratto o da un ospite maldestro.

Crediti Michael Short

Qualsiasi cosa eccessivamente profumata può distrarre dal cibo, inoltre, ed è sgradevole. Ecco perché di solito fa una sosta a metà settimana presso ogni cliente del ristorante per assicurarsi che il personale abbia rifornito o cambiato l’acqua.

Crediti Michael Short

Altra regola d’oro è quella di privilegiare fiori e piante coltivate ​​localmente rispetto a quelli importati da altre parti del mondo. Poiché le piante fioriscono prima di dare frutti, ha definito il suo lavoro come una sorta di anteprima di ciò che potrebbe essere servito nel piatto di un commensale nelle prossime settimane: “È sempre una specie di anteprima di ciò che verrà in termini di ingredienti“, conclude.

Fonte: eater.com

Foto di copertina: Crediti Patricia Chang