Dai Cerea a Daniel Canzian, la cucina stellata scende in campo con il Circuito Ristogolf 2021

Tanti i giocatori pronti a sfidarsi a suon di swing, ma tutti con una gran voglia di arrivare per primi alle buvette gourmet sul campo! Il programma di Circuito Ristogolf 2021 fra piatti stellati e competizioni ad alto tasso di adrenalina.

0
70
La Notizia

Con gli amici di sempre e con nuovi partecipanti, il Circuito Ristogolf 2021 -kermesse all’insegna dello sport e dell’enogastronomia voluta dal brand Allianz- riparte anche quest’anno dal Golf Club Colli Berici, con la stessa passione delle passate 8 edizioni, proseguendo poi in due bellissimi campi: il Golf Club Biella Le Betulle e il Golf Club Carimate.

Come da tradizione, le tappe si aprono con il benvenuto del ristorante Da Vittorio F.lli Cerea: biscotteria, brioches, frutta fresca e pancakes con confetture preparati al momento insieme a un buon caffè Nespresso. La giusta carica prima della gara: tanti i giocatori pronti a sfidarsi a suon di swing, ma tutti con una gran voglia di arrivare per primi alle buvette gourmet sul campo!

Alla buca 1 del Golf Club Colli Berici, Molino Dallagiovanna presenta la sua pizza gourmet insieme alla selezione di formaggi. Dopo qualche colpo, gli imperdibili spaghettini al pomodoro del ristorante Da Vittorio, mantecati con Parmigiano Reggiano e un filo d’olio Coppini. La gara continua e anche le buvette: baccalà alla vicentina con polenta e Parmigiano Reggiano del ristorante Golf Club Colli Berici e una selezione di gorgonzola Palzola. Segue Alberto Basso, ristorante Trequarti di Val Liona con il suo Vitello Tonnato 2.0.

Si arriva alla buca 15 seguendo il profumo irresistibile degli arrosticini di pecora cotti sul braciere dallo chef Miguel Antonucci de El Parillero Steakhouse Restaurant di Selvazzano Dentro. La buvette dolce sui colpi finali: Gioconda estiva Da Vittorio e gelato allo yogurt con frutta candita.

La seconda tappa del Circuito Ristogolf 2021 scende al Golf Club Biella Le Betulle, un” campo sincero” come lo ha definito l’amico di Ristogolf Costantino Rocca. Sincero come la voglia di divertirsi di tutti gli amici Ristogolfisti.  Alla buca 3, lo chef Andrea Colletta del Ristorante La Bürsch di Oretto regala la prima emozione culinaria con una Quaglia fritta con crema di patate viola e timo, mayo, aglio nero e limon cress. Una degustazione di Parmigiano Reggiano e via verso il prossimo tee!

Alla buca 5, Selecta presenta un Prosciutto Iberico 100% Bellota 5J, tagliato al coltello, da degustare in purezza oppure accompagnato alla pizza gourmet di Molino Dallagiovanna. Alla buca 7, troviamo gli chef Sergio e Simone Vineis, dello stellato Ristorante Il Patio di Pollone e un delizioso filetto di coniglio marinato, rafano, sedano, yogurt alla camomilla e cialda alle nocciole.

Tee dopo tee, buca dopo buca… ecco i cuochi del Da Vittorio preparano il tradizionale Pà e Strinù, affiancato da una selezione di gorgonzola. Una pausa dolce è d’obbligo con la soffice e golosa Gioconda estiva Da Vittorio, il gelato con frutta semicandita e il caffè Nespesso. Ultimo pit-stop in buca 16 con chef Maurizio D’Andretta del Ristorante Il Faggio di Pollone e il suo speciale Vitello… “tonnato”.

Il Golf Club Carimate, un campo che ha quasi 60 anni di storia e si sviluppa nel parco dell’omonimo Castello, ospita la terza tappa del Circuito Ristogolf 2021. Il primo break è alla buca 2 con Sua Maestà il pan bagnà, signature dish dello chef Daniel Canzian, DanielCanzian Restaurant di Milano: un panino gourmet farcito con una salsa di pomodoro homemade, croccanti verdure di stagione e una sarda fritta in pastella.

Alla buca 5 Claudio di Bernardo, executive chef del Grand Hotel Rimini – Batani Select Hotels – ci accompagna metaforicamente al mare con la sua Piadina da Spiaggia. Giusto un paio di buche per trovare Molino Dallagiovanna e le sue pizze gourmet insieme alla selezione di gorgonzola Palzola, dolce, piccante, al tartufo e al peperoncino.

Alla buca 10 Marzio Montorfano, resident chef al Golf Club di Carimate ha reinventato gli ingredienti del territorio declinandoli in preparazioni orientali: Sushi di fassona al naturale e Uramaki con salsiccia di Bra. Spazio allo sport fino alla buca 13 dove gli chef del ristorante Da Vittorio presentano un pan brioches con salmone scozzese Loch Fyne e crema acida. Un finger food davvero goloso, da completare con degustazione di Parmigiano Reggiano.

Dulcis in fundo, alla buca 17, un biscotto al pistacchio by Da Vittorio. A Ristogolf ci si diverte, senza dimenticare la buona cucina e il bere bene! Ad ogni tappa Santa Margherita Gruppo Vinicolo ha proposto una differente cantina, Kettmeir, Santa Margherita e Mesa, ad accompagnare piatti gourmet in perfetto abbinamento con le proprie etichette selezionate tra bollicine brut, bianchi, rosati, rossi, moscato e passito.

Hordeum realizza una birra edizione speciale “The Ninth Hole Ristogolf”, una bionda al riso carnaroli. Terminata la gara, si accendono i riflettori sulla cucina: è il momento dello showcooking. Fisso ad aprire lo spettacolo è Ivan Patruno, bar manager di Bulk Giancarlo Morelli con la preparazione live dei cocktail “The dark side of Negroni”, “Bubble & Bubble” e “L’ammazza-caffè”, proposti poi durante la serata.

A seguire si sono alternati vari chef. Al Golf Club Colli Berici due giovani chef emergenti del territorio: Davide Tangari del ristorante Valbruna di Limena con la sua “Pasta in bianco ma non troppo” e Andrea Valentinetti di Radici Terra e Gusto, a Padova, con “Gallina in saor”. Al Golf Club Biella Le Betulle lo chef Andrea Colletta del Ristorante La Bürsch prepara un Risotto Riserva San Massimo con tartare di trota marinata agli agrumi e gli chef Sergio e Simone Vineis de Il Patio presentano Vitello al burro con erbette, uno spettacolare e tenerissimo scamone cotto in crosta di burro chiarificato.

Al Golf Club Carimate lo chef Francesco Cheloni di Osteria Manzoni di Barzago porta “Vitello Tannè”, giocando sulla riscoperta di tradizioni antiche con un apparente refuso. La Romagna torna protagonista con un piatto dedicato a Federico Fellini e firmato dallo chef Claudio di Bernardo: Ris’otto e mezzo, cucinato con riso carnaroli di Riserva San Massimo. A chiusura di ogni tappa del Circuito Ristogolf 2021 by Allianz, le premiazioni di rito e il gourmet party a cura del ristorante Da Vittorio F.lli Cerea accompagnato in sottofondo da musica live.

www.ristogolf.com