Rivoluzione: Bill Gates punta tutto sull’agricoltura e diventa il più grande proprietario di terreni agricoli in America

Non solo tecnologia per il fondatore di Microsoft, 242.000 acri di terreno per nuovi progetti a sostegno di un’agricoltura sostenibile.

0
642
La Notizia

Dici Bill Gates e subito saltano alla mente algoritmi, tecnologia, incomprensibili calcoli matematici e  schermi di qualsiasi tipo di dispositivo all’avanguardia. Pochi sanno però che, con ben 242.000 acri, Bill Gates è il più grande proprietario di terreni agricoli privati negli Stati Uniti. Da anni secondo The Land Report Gates, uno degli uomini più ricchi al mondo con un patrimonio netto di quasi 21 miliardi di dollari secondo Forbes, sta acquisendo terreni agricoli in Stati come Florida e Washington. Quest’anno la rivista ha rivelato l’entità dell’enorme portafoglio di terreni di proprietà di Mr Gates che copre ben 18 stati. Le più grandi proprietà del miliardario americano sono in Louisiana (69.071 acri), Arkansas (47.927 acri) e Nebraska (20.588 acri) e, inoltre, ha una partecipazione in 25.750 acri di terra di transizione a ovest di Phoenix, in Arizona. Secondo l’autorevole rivista indirizzata a chi ha interesse a possedere terreni agricoli  le proprietà di Gates sono detenute sia direttamente che tramite entità terze come Cascade Investments, ovvero il veicolo di investimento personale di Gates. Cascade include anche  altri investimenti come Ecolab, una società di sicurezza alimentare, Vroom rivenditore di auto usate e la Canadian National Railway.

Può sorprendere che colui che è diventato miliardario grazie alla tecnologia e alla lungimiranza in questo settore sia anche il maggior proprietario di terreni agricoli d’Oltreoceano, ma questa non è la prima iniziativa in campo agricolo di Mr Gates. Già nel 2008 infatti la Bill e Melinda Gates Foundation aveva destinato 306 milioni di $ di sovvenzioni a sostegno e promozione di un’agricoltura sostenibile ad alto rendimento a favore dei piccoli agricoltori dell’Africa subsahariana e dell’Asia Meridionale, oltre ad aver ulteriormente investito in “super colture” resistenti ai cambiamenti climatici e vacche da latte ad alto rendimento. La fondazione, inoltre, l’anno scorso ha dato vita a Gates Ag One, un’organizzazione senza scopo di lucro che ha l’obiettivo di portare avanti questi progetti. Non è ancora del tutto chiaro come vengano utilizzati i terreni di proprietà di Gates o se alcuni vengano messi da parte per la conservazione. Sicuramente, però, i terreni saranno destinati a progetti in linea con la filosofia della Fondazione, Cottonwood Ag Management, una delle consociate di Cascade è infatti membro di Leading Harvest, un’organizzazione no profit che promuove standard di agricoltura sostenibile per proteggere i raccolti, il suolo e le risorse idriche.

Il fondatore di Microsoft non è l’unico plurimiliardario americano nella lista dei principali proprietari di terreni agricoli di The Land Report: i cofondatori della Wonderful Company Stewart e Lynda Resnick si sono classificati, infatti, al terzo posto e utilizzano i loro 190.000 acri per produrre i prodotti per i loro marchi tra cui POM Wonderful, Wonderful Pistachios e Wonderful Halos.

Gates è il più grande proprietario di terreni agricoli privati, ma  non è affatto il più grande proprietario agricolo individuale. Nella lista dei 100 principali proprietari terrieri The Land Report mette al primo posto John Malone presidente di Liberty Media che possiede 2,2 milioni di acri tra ranch e foreste, al terzo posto con 2 milioni di acri si trova invece Ted Turner fondatore della CNN e Jeff Bezos, CEO di Amazon si classifica al 25° posto con la sua proprietà di 420.000 acri principalmente nel Texas occidentale.