Ristoranti, vino e cibo fondamentali per la scelta delle vacanze in Italia: il turismo è sempre più enogastronomico

Una analisi condotta da Coldiretti ha evidenziato come per gli italiani il cibo sia un elemento fondamentale in vacanza.

0
43
La Notizia

Dopo tanti proclami, i fatti: il 93% degli italiani ha scelto per questa estate una meta in Italia per le proprie vacanze. È quanto emerge da un’analisi condotta da Coldiretti/Ixe’, che oltre a sottolineare come questa sia la percentuale più alta registrata negli ultimi 10 anni, ha evidenziato che per gran parte delle persone comprese nel campione oggetto del sondaggio, la ricerca di ristoranti, cibo e vini locali, sia divenuta un vero e proprio valore aggiunto per impreziosire i giorni di vacanza, prevedendo di destinare a questa voce di spesa il 33% del budget destinato all’alimentazione.

Sono ben 34 milioni gli italiani che trascorreranno alcuni giorni di ferie nel corso dei mesi estivi, un dato che però fa registrare un decremento del 13% circa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, una tendenza riconducibile evidentemente alle difficoltà economiche dovute al periodo di lockdown. Una delle novità più interessanti è costituita dalla scelta di spendere le proprie vacanze in una destinazione vicina alla propria residenza per ben il 25% degli intervistati: luoghi situati quindi all’interno della propria regione d’appartenenza, nonostante sia ormai da qualche settimana stati autorizzati gli spostamenti in tutto il territorio nazionale.

Il turismo gastronomico è un settore strategico che vede l’Italia primeggiare, ricorda la Coldiretti, grazie al decisivo ruolo dell’agricoltura più verde d’Europa, che può infatti annoverare quasi 300 specialità che possono fregiarsi dei riconoscimenti Dop e Igp, valido a livello comunitario, oltre a 5.000 e più prodotti regionali e tradizionali e 60.000 aziende agricole biologiche.