9 cibi a basso contenuto calorico ideali per ridurre la fame e praticare una dieta sana

Secondo la nutrizionista Paloma Quintana è fondamentale avere sempre a portata di mano dei cibi a basso contenuto calorico che possano saziare e far star bene sia che si voglia perdere peso che mantenere quello attuale.

0
208
La Notizia

Contare o non contare le calorie? Questo è il dilemma. Per una dieta sana e per rimanere in forma dobbiamo considerarle o no? Le correnti di pensiero sono due e opposte tra loro, una legata soprattutto alle diete prescritte anni fa che si basavano esclusivamente sul conteggio calorico e l’altra che sostiene di dimenticare completamente le calorie. Secondo la nutrizionista spagnola Paloma Quintana la via o meglio la dieta giusta sta nel mezzo: “Ci sono due correnti, una che presume, o piuttosto presuppone, che sia necessario contare le calorie negli alimenti per non superare una certa quantità, e un’altra che sostiene di dimenticare le calorie  e concentrarsi sul mangiare sano, qualcosa di vero ma che può finire per sfuggire di mano se non si sta attenti. Non è consigliabile, quindi, esaminare solo l’apporto calorico negli alimenti, poiché non è lo stesso ingerire una certa quantità di calorie da 100 g di fragole o ottenerle da due biscotti: il nostro corpo non reagirà allo stesso modo, e le due opzioni non provocheranno lo stesso sentimento di sazietà”, spiega la Quintana.

In un mondo ideale il corpo dovrebbe autoregolarsi, ma la realtà non è questa poiché spesso si ha una percezione scorretta della fame e del senso di sazietà. “Ci sono alimenti molto sani, come noci, avocado o olio d’oliva, che dovrebbero essere parte della dieta, ma il cui apporto calorico è molto elevato, quindi è consigliabile essere cauti con il loro consumo o finiremo per mangiare, diciamo per caso, un pacchetto di noci in una sola volta. In questo gruppo troviamo anche altri prodotti sani e nutrienti come hummus o guacamole che possono facilmente darci 1.000 calorie se mangiati con pane o snack”, continua Paloma Quintana.

Secondo la nutrizionista è fondamentale avere sempre a portata di mano dei cibi a basso contenuto calorico che possano saziare e far star bene sia che si voglia perdere peso che mantenere quello attuale. Così in una recente intervista a LA VANGUARDIA Paloma Quintana ha stilato un elenco dei cibi che dovrebbero essere sempre presenti nella nostra dieta  per mantenere il giusto peso e rimanere in salute.

 

Cetriolo

Ha solo 12 calorie per 100 grammi, quindi con una quantità così bassa si rivela ottimo sia nelle insalate che come pinzimonio. Un ottimo e rinfrescante spuntino per l’estate.

 

Carota

Secondo Paloma Quintana è uno degli alimenti da preferire. “Le persone pensano che ingrassino perchè è vero hanno un po’ più carboidrati rispetto ad altre verdure (42 calorie per 100 grammi), ma è comunque un valore molto basso. L’aspetto fondamentale da considerare è la consistenza delle carote perchè una volta morse possono aiutarci a calmare la fame emotiva, cioè quel desiderio di mangiare che compare in  determinati momenti, ma che non ha nulla a che fare con la vera fame.

 

Pomodoro

Le verdure apparentemente sono migliori della frutta perchè contengono meno zucchero. Il pomodoro, tuttavia, nonostante sia un frutto contiene circa 22 calorie per 100 grammi e solo 4 grammi di carboidrati rispetto ai 20-25 normalmente contenuti nella frutta. Quintana quindi lo consiglia molto caldamente.

 

Zucchine

Con solo 17 calorie per 100 grammi e con le loro molteplici possibilità culinarie come creme, ripiene , al forno o in padella sono un ottimo alimento che non deve essere cucinato troppo per mantenere integre le qualità nutrizionali. Sia le zucchine che le altre verdure perdono la loro consistenza quando sono cotte troppo, facendo sì che a molte persone non piacciano.” È importante imparare a cucinare broccoli, fagiolini, cavoli e così via in modo che mantengano il loro sapore e la loro consistenza”, afferma la nutrizionista.

 

Patate

Spesso demonizzate per le loro 86 calorie per 100 grammi, ma, soprattutto, perchè frequentemente associate alle patate fritte o alle patatine, dovrebbero essere invece considerate un alimento principale per chiunque voglia mangiare sano e mantenere il proprio peso. “E’ uno degli alimenti più sazianti che esistano e non è lo stesso ottenere le calorie di un prodotto nutriente e saziante come una patata bollita o da alimenti trasformati come, per esempio, patate chips, poiché hanno sale e finiscono per stimolare l’appetito, anche se hanno lo stesso apporto calorico. Le calorie sono un’informazione, ma il modo in cui le elaboriamo avrà un impatto o un altro sul nostro corpo che non può essere ignorato”, spiega Quintana.

 

Broccoli

Fortemente consigliati date le solo 30 calorie per 100 grammi, ma anche perchè il loro consumo è stato collegato ad un minor rischio per alcuni tipi di cancro. Il che non significa che i broccoli curino il cancro, ma che potrebbero contribuire alla sua prevenzione.  Da tenere in considerazione, inoltre, che sono ottime fonti di calcio e se consumati al vapore mantengono tutti i loro nutrienti.

 

Uova

Al centro di molte discussioni perché il loro consumo è stato a lungo collegato ad un aumento del colesterolo e del rischio cardiovascolare, in realtà ciò è smentito anche da un recente studio dei ricercatori della McMaster University in Canada che ha rilevato che un uovo al giorno non aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. “Un uovo fornisce 70 calorie, quindi due uova cotte, che sono molto sazianti e contengono grassi di buona qualità, forniscono solo 150 calorie, una quantità molto moderata. Inoltre l’uovo è molto facile da trasportare e può essere una buona alternativa come spuntino sano”, spiega Paloma Quintana.

 

Melone

Il melone è un ottimo frutto considerando il suo apporto calorico ed energetico “ha le stesse calorie dell’anguria, ma per qualche ragione la gente pensa che l’anguria ne abbia meno”, afferma la nutrizionista. Per quanto riguarda la frutta in generale poi bisogna considerare che tutti i frutti sono ottimi per una dieta sana e spesso le differenze caloriche tra i vari tipi non sono sostanziali come si crede. “Nonostante il fatto che una banana possa avere circa 120 calorie per 100 gr e una mela di circa 50 calorie, bisogna tenere presente che una banana di medie dimensioni pesa 100 g, mentre la mela solitamente raggiunge i 200, quindi si finisce per ingerire le stesse calorie per pezzo ”, prosegue Paloma Quintana.

 

Asparagi selvatici

Non solo forniscono solo 20 calorie per 100 grammi, ma secondo una ricerca dell’Università di Siviglia il loro consumo contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo totale e LDL (quello che è solitamente chiamato colesterolo cattivo) e aumenta quelli del colesterolo buono HDL.