È morto Gianni Mura, aveva 74 anni. Giornalista e grande penna dell’enogastronomia italiana

È improvvisamente mancato all’ospedale di Senigallia, per un fulminante attacco cardiaco. Classe 1945, Gianni Mura era approdato all’enogastronomia dal mondo dello sport, secondo una parabola frequente nel giornalismo italiano.

0
605
La Notizia

È improvvisamente mancato all’ospedale di Senigallia, per un fulminante attacco cardiaco, il giornalista Gianni Mura. Classe 1945, era approdato all’enogastronomia dal mondo dello sport, secondo una parabola frequente nel giornalismo italiano, facendosi apprezzare per la penna arguta e il giudizio anticonformista, sempre lontano dal mainstream. Per medium principale le pagine di La Repubblica e in particolare il Venerdì, dove dal 1991 ha firmato con la moglie Paola la rubrica Mangia e Bevi. Fra le sue opere, ironiche e colte, Non c’è gusto. Tutto quello che dovresti sapere prima di scegliere un ristorante, pubblicato nel 2014 da Minimum Fax. L’enogastronomia italiana perde così l’ultimo fondatore della sua narrazione, spesso associato a un altro sportivo con il vizio della tavola, l’indimenticato Gianni Brera, per lo stile e il carisma di battitore libero, in tutti i campi.