Rational forni, numeri e storia dell’azienda leader mondiale nei sistemi di cottura per cucine professionali

Il gruppo Rational è leader mondiale, a livello settoriale e tecnologico, nella preparazione di piatti caldi nell’ambito delle cucine professionali. La società, fondata nel 1973, conta oltre 1.800 collaboratori.

0
758
Rational forni
La Storia e i Forni

Da oltre 40 anni l’obiettivo di Rational è quello di fornire il miglior strumento di cottura per gli chef. Con oltre 900.000 unità sul mercato, i loro sistemi di cottura sono diventati la norma nelle cucine professionali di tutto il mondo. Importante è inoltre il tema della sostenibilità, che trova la sua espressione nei fondamenti di tutela ambientale, gestione e responsabilità sociale.

Vogliamo offrire alle persone che preparano piatti caldi nelle cucine professionali e industriali il massimo beneficio possibile, le migliori soluzioni per la loro attività quotidiana e il miglior supporto in cucina.”

Affrontiamo questa sfida con due linee di prodotti che ci hanno reso uno specialista globale nella trasmissione dell’energia termica ad alimenti di ogni genere. Il SelfCookingCenter® e il CombiMaster® Plus funzionano con una combinazione di vapore e calore, mentre il VarioCookingCenter® trasferisce il calore per contatto. Tutti questi apparecchi insieme sono sinonimo di maggiore flessibilità, efficienza e sostenibilità nelle sfide quotidiane in cucina.”

La tendenza è evidente da tempo: bistrot e ristoranti adottano sempre più un approccio sostenibile nei confronti della cucina. I prodotti della regione vengono serviti sul tavolo per evitare lunghi viaggi e il maiale viene utilizzato “dal naso alla coda” per ridurre gli sprechi. Tuttavia, molti chef continuano a dimenticarsi che la sostenibilità ha molto a che fare con la giusta attrezzatura da cucina.

Quando entriamo nelle cucine, rimaniamo sempre stupiti nel vedere quanto poco i ristoratori si preoccupino del loro bilancio energetico”, spiega Enrico Ferri, Amministratore di Rational Italia Srl. Ferri e i suoi colleghi vedono, ad esempio, padelle in cui si prepara un filetto sotto la costante supervisione di uno chef esperto, verdure che bloccano il fornello in pentole grandi e forni senza più spazio per la Tarte. Si utilizzano con estrema rapidità molti apparecchi che assorbono una grande quantità di energia. “In molti casi, la soluzione sarebbe un Combi-Vapore”, prosegue Ferri “ed è un investimento che si ripaga dopo solo pochi mesi”. Un buon esempio per lui è un ristorante con 200 pasti al giorno in cui si utilizza un SelfCookingCenter 101. In questo modo è possibile risparmiare rapidamente fino a 800 euro al mese di costi energetici. Ciò è reso possibile da un lato dall’uso efficiente dell’apparecchio, ad esempio se più prodotti vengono cotti contemporaneamente, senza necessità di monitoraggio e con lo stesso risultato. Dall’altro, il consumo energetico economico dell’apparecchio, che ha infatti ricevuto il riconoscimento Energy Star e il Lean & Green Management Award. Il calcolatore dell’efficienza energetica disponibile sul sito e mostra quali ulteriori risparmi in termini di utilizzo di materie prime, consumo di spazio e pareti di lavoro sono possibili per diversi settori con un SelfCookingCenter.