Cinque ristoranti romantici per un San Valentino indimenticabile

14 Febbraio, una data nel cuore degli innamorati. È San Valentino, e può rivelarsi anche un'occasione per scoprire nuovi luoghi del gusto, magari non così scontati.

0
1687
ristoranti cena san valentino
I Ristoranti

Cinque ristoranti romantici per San Valentino

Forse non tutti sanno che San Valentino, oltre a essere il patrono degli innamorati, è pure considerato il protettore degli epilettici, il che lo rende decisamente un santo versatile. Sembra che le radici della festa a lui dedicata e celebrata dalle coppie di tutto il mondo in un concentratissimo picco di romanticismo vada ascritta alla sostituzione della festa pagana dei Lupercalia, ovvero gli sfrenati festeggiamenti pagani, amorali e distanti dall’idea di amore cristiano dedicati a Luperco, dio della fertilità. Chi scrive è del parere che l’amore, quando c’è, sia un sentimento da celebrare giorno per giorno con i piccoli gesti che si possono dedicare all’altro. Il segno d’amore, insomma, dovrebbe essere pratica quotidiana più che istante di celebrazione universale. Questo non toglie che sia impossibile annullare la sacralità di una ricorrenza che genera aspettative e batticuori in un mare di donne e uomini, giovani e non: quale migliore occasione, allora, per una cena a lume di candela mano nella mano dei nostri amati? A questo punto non basta certamente un ristorante qualunque, perché serve un luogo memorabile, un posticino di cui si possa conservare il ricordo a lungo e che valga la pena instagrammare, condividere, celebrare con ogni mezzo a disposizione. Il giorno dopo, però, perché almeno durante l’esperienza si mantenga la necessaria, sacrosanta intimità. Così abbiamo stilato una piccola lista di luoghi del Nord Est d’Italia, più e meno noti, che mettano però d’accordo cuori e cucina, atmosfera e calore, dalla città alla montagna, alla campagna di confine. Da visitare, naturalmente, ogni volta che si vuole!

 

1. Osteria Ponte Pietra a Verona

 osteria ponte pietra verona  osteria ponte pietra verona

Possibile quindi non pensare a Verona, all’amore disperato tra Giulietta e Romeo, a una città romantica per eccellenza? Qui, proprio a un passo dal bellissimo Ponte Pietra c’è l’omonimo ristorante che in cucina vede all’opera il giovane Michael Silhavì, il quale predilige piatti moderni, ben eseguiti e con la giusta dose di creatività. Un locale raffinato, nel quale ogni dettaglio è studiato alla perfezione per mettere a proprio agio chi vi sosta, in un contesto di elegante intimità. Vera chicca è il bellissimo appartamento con una splendida vista panoramica sull’Adige a disposizione degli ospiti.

 

2. Chat Qui Rit a Venezia

Chat Qui Rit a Venezia Chat Qui Rit a Venezia

Un posto come Venezia non può non albergare nel cuore di una persona innamorata. All’ombra del campanile di San Marco, proprio dietro una delle piazze più belle del mondo, c’è un locale storico d’Italia, Chat Qui Rit, curato con sapienza e gusto da un accorto patron come Giovanni Mozzato che ha scelto per la cucina le quattro abili mani di Davide Scarpa e Leonardo Bozzato, cuochi affiatati che sanno interpretare la Laguna (e non solo) con piatti di grande suggestione gustativa. Il tutto in un ambiente raccolto e particolarmente curato, con una carta dei vini di blasone che non delude gli appassionati più esigenti.

 

3. SanBrite a Cortina d’Ampezzo (BL)

Non c’è spettacolo che possa equivalere alla vista dall’alto della Conca Ampezzana, specialmente di sera. Qualche tornante sopra Cortina e si trova il SanBrite, un piccolo ristorante di grande fascino, frutto di una storia d’amore tra la cittadina Ludovica Rubbini e il valligiano Riccardo Gaspari con la sua esperienza all’Osteria Francescana di Massimo Bottura e tanto amore per i formaggi autoprodotti nel caseificio di famiglia. Calore, raffinatezza di pietra e legno e ricette nelle quali i sapori della montagna si fondono in perfetta armonia per un’esperienza che lascia un segno indelebile.

 

4. Laite a Sappada (UD)

Una casa, un amore immenso per l’accoglienza. Sono Fabrizia Meroi e Roberto Brovedani, indissolubile e tenera coppia che ha creato la magia del Laite di Sappada, cittadina di montagna che con le sue antiche borgate da sola vale il viaggio. A Borgata Hoffe danno il benvenuto agli ospiti due magnifiche stube antiche, il profumo del legno e il lusso della distanza dal caos che si assapora nella fragranza dell’aria sottile. Insieme a piatti memorabili con uno stile inconfondibile che rivela la grande personalità della cuoca e una cantina tra le più fornite d’Italia, frutto della smisurata passione del patron per i vini di qualità.

 

5. L’Argine a Vencò (GO)

Antonia Klugmann cucina in questo luogo d’incanto nella campagna del Collio che confina con la Slovenia: boschi, vigneti, fiumi e tanta magnifica tranquillità da godere rilassati, magari soggiornando in una delle belle camere a disposizione nel bed and breakfast con una colazione con vista da non perdere. E naturalmente i piatti, squisiti, in cui natura e territorio si fondono in grande armonia, tra prodotti degli orti della chef e invenzioni suggestive, accompagnati da un notevole assortimento enologico.