Categorie Food newsTag , , , ,

Berberè, fra le migliori pizzerie d’Italia secondo il Gambero Rosso continua con le nuove aperture

Berberè, l'insegna di pizzerie dei fratelli Aloe, si aggiudica per il secondo anno consecutivo gli ambiti 3 Spicchi, massimo riconoscimento assegnato dalla guida "Pizzerie d'Italia" del Gambero Rosso.

Si è svolta venerdì 20 settembre a Napoli la presentazione della Guida “Pizzerie d’Italia 2019”

del Gambero Rosso. Berberè, l’insegna di pizzerie dei fratelli Aloe che dal 2010 propone pizza artigianale da lievito madre vivo, si aggiudica per il secondo anno consecutivo gli ambiti 3 spicchi, massimo riconoscimento all’interno della guida, con la seguente motivazione: “La formula continua ad essere vincente: un inno alla convivialità, un modello ben ripetibile (come dimostra la presenza di Berberè in varie località d’Italia) che non scende a patti in termini di qualità, sempre al top. Dietro tutto questo c’è il grande lavoro dei fratelli Aloe e di uno staff all’altezza della loro filosofia“. Ancora una volta la realtà creata da Matteo e Salvatore Aloe a Castel Maggiore (Bologna), che oggi conta 9 locali nel territorio italiano (prossima apertura 2 ottobre nel centro storico di Firenze, in via dei Benci 7 ) si classifica fra le migliori pizzerie in Italia secondo la prestigiosa guida del Gambero Rosso, giunta alla sua sesta edizione.
Fratelli Aloe

berberè pizze

Oltre 600 i locali recensiti e solo 62 le pizzerie che si sono aggiudicate il prestigioso premio. I voti vengono dati esaminando diversi parametri e prendendo in esame pizza (impasto, lievitazione, stagionalità dei topping, equilibrio dei condimenti), servizio (che include anche la proposta del beverage e la capacità del personale di sala di gestirla) e ambiente. La sesta edizione della guida, infatti, oltre ad assegnare i 3 spicchi alle migliori realtà, per la prima volta ha inserito un punteggio, frutto della somma di tre voci. A partire da quella che riveste il peso maggiore, la pizza (80/100): dall’impasto fino a cottura e topping. E poi l’ambiente e il servizio: 10/100 a testa, ovviamente calibrando il voto in rapporto alla categoria di appartenenza dell’insegna (pizza napoletana, all’italiana, a degustazione oppure a taglio). A Berberè vengono assegnati 90 punti, così ripartiti: 74 per la pizza, 8 per il servizio e 8 per l’ambiente, confermando in questo modo l’appartenenza all’Olimpo delle migliori pizzerie d’Italia.

aloe fratello

pizza bufala berberè

Qual è la formula del “successo” di Berberè?

2 giovani imprenditori, 100 dipendenti, 9 locali in Italia, 2 a Londra e una sola grande passione: quella per una pizza buona, artigianale, realizzata da lievito madre vivo e con prodotti biologici selezionati, servita rapidamente a prezzi accessibili (si parte da 5,90 € per una pizza pomodoro, aglio e prezzemolo ad un massimo di 12,00 € per quelle riccamente farcite con salumi). L’insegna di pizzerie creata nel 2010 a Bologna da Matteo e Salvatore Aloe in poco più di otto anni è divenuta una realtà di successo riconosciuta dal pubblico e dalla critica enogastronomica. Berberè promuove, attraverso la pizza, una vera rivoluzione della cultura gastronomica fondata sull’artigianalità. Infatti, ogni giorno in ogni locale dell’insegna viene realizzato l’impasto della pizza partendo da acqua, farina e pasta madre viva rinfrescata e curata quotidianamente. Berberè è pizza buonissima servita gentilmente in posti bellissimi.

Reporter Gourmet – La Redazione

Fotografie di phrobertasardistudiowood

 

Berberè Pizzerie

Il sito web

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *