Cantina pala

Una moderna azienda familiare per la valorizzazione degli antichi vitigni sardi.

vini e birre

Servizi

Pagamenti con Mastercard accettati

Pagamenti con Diners Club accettati

Pagamenti con Visa accettati

Pagamenti con American Express accettati

Pagamenti con Bancomat accettati

Accessibile ai disabili con aiuto

Pagamenti con Cartasì accettati

Vendita on - line

Visite in azienda

Vendita diretta

Punteggi:

Bibenda 2014: 4 vini - 4 grappoli (da 85 a 90/100)

A seguire contenuti redazionali e fotografici con finalità promozionali

La cantina Pala ha sede nel centro di Serdiana, un piccolo comune a soli diciotto chilometri da Cagliari. Inizia la sua attività dal 1950 ed attualmente è fornita dei più moderni impianti per la lavorazione delle uve e per la conservazione delle loro qualità organolettiche, oltreché dei vini prodotti. La cantina è costruita ispirandosi agli antichi “magazzini del vino” tipici dell’entroterra cagliaritano.

Dimensionata per la lavorazione delle sole uve provenienti dai vigneti aziendali, la cantina ha una capacità di stoccaggio di diecimila ettolitri. Tutti i vini vengono affinati sotto il costante controllo di temperatura e umidità.

L’azienda produce 16 etichette all’insegna dell’autoctono. Vini di qualità con grandissima attenzione al territorio e alla tradizione, partendo da vigneti con esposizioni ottimali coltivati con metodi tradizionali e secondo i dettami della lotta biologica integrata. Fino alla produzione e alla valorizzazione dei più antichi vitigni della tradizione, a volte affiancati da vitigni internazionali ma non per coprire i gusti tipici dei vini sardi piuttosto per esaltarli.

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Il gambero rosso dice:

Mario Pala, persona schiva e sincera, è un vero viticoltore che ama la vigna e il lavoro di cantina. Dedica tutto il suo tempo per ottenere vini tipici e territoriali, ottenuti esclusivamente da varietà locali. Un’azienda, la sua, tra le più presenti – tra quelle isolane – nel mercato estero, risultato di anni di lavoro volto a ottenere la massima qualità. I vigneti, alcuni dei quali molto vecchi, danno vini profumati e aromaticamente molto puliti, contraddistinti da un carattere salino che marca la beva e rende soprattutto i bianchi affascinanti e dal buon potenziale di invecchiamento. Oltre ai classici vermentino e cannonau l’azienda ha puntato molto sulle varietà tradizionali nuragus e bovale. I risultati di tanti anni di lavoro non si sono fatti attendere ed ecco che l’ultimo nato in casa Pala è il vino che più ha sorpreso durante le ultime degustazioni. Parliamo di un Cannonau di Sardegna Riserva dell’annata 2011, maturato in botti grandi, che profuma di more e foglie di tabacco, dalla bocca scorrevole, avvolgente, fresca. Per noi è la cantina emergente dell’anno.

Fonte: Guida Vini d’ Italia del Gambero Rosso 2014

 

Bibenda dice:

Nel mondo del vino confermare il proprio valore in modo costante ed affidabile può valere più di un grande exploit senza replica. Proprio questo è il traguardo raggiunto dall’azienda di Mario Pala che, infaticabile, anche quest’anno mette in campo un parterre di vini di tutto rispetto. Si inizia con S’arai, un prodotto tipicamente mediterraneo, in grado di sprigionare mille profumazioni di frutta rossa variegate da sbuffi balsamici. Poi un’ottima riserva di Cannonau, decisa e piena di carattere. Bella prova anche il Thesys, che nasce per essere un vino più immediato e adatto alla tavola quotidiana ma che in realtà il terroir sardo e sopratutto gli eccessi climatici hanno reso un rosso strutturato e potente. Un po’ sottotono invece quest’anno l’Assoluto, il vino dolce aziendale da vendemmi tardiva che ricordavamo molto più coinvolgente neri profumi e incisivo al palato. Lo aspettiamo il prossimo anno per vederlo alla forma smagliante di sempre.

Fonte: Bibenda 2014

Fotogallery

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *