Taste of Courmayeur 2018

Dal 26 al 28 gennaio, la cittadina valdostana ai piedi del Monte Bianco sarà la...
Download PDF Scarica in formato PDF
Mappa non disponibile

Data e ora
Dal 26/01/2018 al 28/01/2018
Orario: Tutto il giorno

Categorie


La formula

dei festival Taste esce dalle grandi città e inizia a frequentare anche località turistiche italiane rinomate, magari nel periodo di maggior affluenza dei villeggianti ma sempre mantenendo quelle caratteristiche di evento accessibile a tutti dove si passa dalle degustazioni ai laboratori, e dalla scoperta della cultura del cibo proveniente da diverse regioni italiane alle tradizioni locali.

1

Nasce così l’edizione 2018, ed è la prima, di Taste of Courmayeur, che per tre giorni vedrà come protagonista, dal 26 al 28 gennaio, la cittadina valdostana ai piedi del Monte Bianco. I contorni della manifestazione, come detto, in linea di massima non cambiano, e rimangono in linea con i vari Taste già collaudati nel corso degli anni, anche se ci sono alcune novità frizzanti, che riguardano perlopiù l’intrattenimento extrafood e i momenti che si sposano perfettamente con lo spirito di chi sta trascorrendo giornate di relax sulla neve.

6 Denis Pedron - Langosteria

Come nel caso dell’Après-ski musicale che ogni sera permetterà di vivere la vivacità di un party tra musica e cibo, sulle note funky e soul della Morblus Band. Poi c’è da sottolineare la rinnovata collaborazione con i Jeunes Restaurateurs (JRE), che qui schierano un bel parterre di cuochi provenienti da ogni angolo del Bel Paese. Dal sardo Luigi Pomata all’abruzzese Valerio Centofanti, fino a Giulio Coppola del ristorante La Galleria di Gragnano, senza dimenticare il gusto del mare della Langosteria proposto da Domenico Soranno e Denis Pedron che porteranno in Val d’Aosta lo stile e il format dei locali milanesi di grande successo.

5 Agostino Buillas - Cafè Quinson Restaurant de Montagne

Il padrone di casa invece non può che essere Agostino Buillas del Café Quinson di Morgex, un cuoco che sa unire con una certa audacia sperimentazione a sapori del territorio montano e racconta bene il momento di fermento che anima, anche in cucina, quest’angolo di Italia.

7 Giulio Coppola - La Galleria

Infine, l’avvio di un progetto innovativo che prende il via proprio da Courmayeur e arriverà in seguito nei Taste delle grandi città proprio in questo 2018: l’idea è quella di creare un filo conduttore tra alta cucina e pizza gourmet, con menù dove si percepisce (e si degusta) la contaminazione tra il prodotto appena entrato a far parte dei patrimoni Unesco e la creatività di alcuni dei miglior cuochi italiani, impegnati a rileggere in chiave gastronomica la pizza. Per informazioni e prevendite relative alla manifestazione si può consultare il sito.

Autore: Gualtiero Spotti 

 

Per tutte le info

Il sito web

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0