Categorie Ricette degli chefTag , , ,

Andrea Aprea | Tortelli cacio e pepe

Ricetta di Andrea Aprea: Tortelli cacio e pepe

Sapori e dintorni - Conad

Andrea Aprea | Tortelli cacio e pepe

Ricetta per 4 persone

Per la farcia cacio e pepe “liquida”

400 g di pecorino romano grattugiato

500 ml di brodo vegetale

25 g di cipolla

75 g di patate

25 g di pepe nero

8 fogli di colla di pesce

Procedimento

Stufare la cipolla e la patata bagnare con brodo vegetale e portare a cottura la patata tagliata finemente. Incorporare il pecorino a 65°C passare al termomix e frullare tutto a 50°C per qualche minuto. Aggiungere il pepe, la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e stampare negli stampi in silicone da raviolo.

 

Per la Cipolla caramellata

1 pz di cipolla bianca

20 g di zucchero

Sale q.b.

Pepe q.b.

Aceto bianco di vino q.b.

Procedimento

Tagliare finemente la cipolla, sbianchirla in acqua salata leggermente acidulata, scolarla e asciugarla con della carta assorbente. Continuare la cottura in padella dolcemente velandola con lo zucchero fino a che non sarà ben asciutta e lucida. Aggiustare di sale e pepe.

 

Per la Pasta all’uovo      

600 g di farina 00

150 g di semola rimacinata

500 g di tuorlo

Procedimento

Mettere tutti gli ingredienti in planetaria, lavorarli assieme e mettere sottovuoto, far riposare in frigo.

Una volta che la gelatina avrà gelatinato la farcia stendere la sfoglia di pasta molto sottile ( spessore 1,5) appoggiare sul primo strato di sfoglia la farcia di tortello e coprire con il secondo strato di sfoglia. Chiudere i tortelli e copparli senza lasciare bordi di pasta con un coppa pasta cilindrico e sistemare i tortelli su una placca con semola a 4°C.

Per la cottura utilizzare un po’ di brodo vegetale che dovrà essere portato a 78, 80°C e immergere delicatamente i tortelli per un minuto e mezzo.

 

Composizione del piatto

Scolare i tortelli delicatamente, appoggiarli su un cucchiaio, creare un piccolo nido di cipolla bianca caramellata, qualche scaglia di pecorino, pepe schiacciato e due tre foglie di erba pepe.

Andrea Aprea_2015_2

Reporter Gourmet – La Redazione

newsletter

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *