Categorie Mangiare in ItaliaTag , , , , ,

Ristorante Ezzelino: la cucina di montagna di Antonio Ietto, buona per tutte le stagioni

All'Hotel Miramonti di Frabosa Soprana (CN), dove si cela il piccolo e prezioso ristorante Ezzelino, Antonio Ietto propone la sua cucina fondata su basi solide con un concetto di classicità spinta in avanti.

Sapori e dintorni - Conad

L’uscita giusta

dalla Torino – Savona, d’estate come d’inverno sarà quella di Mondovì. Il tempo di attraversare la bella Mons Regalis in Pedemonte e poi si sale verso una località di montagna forse poco conosciuta nel resto dell’Italia, ma che per il basso Piemonte, così come per la Liguria, rappresenta un punto d’incontro per famiglie in vacanza e per gastronomi affamati di finezze e concretezze.

Frabosa Soprana Miramonti

Antonio Ietto

newsletter

Proprio da Mondovì è salito Antonio Ietto, dove con la moglie Giovanna Tesio ha gestito per parecchi anni il ristorante che si chiamava Ezzelino, insegna riportata quassù, dalla zona Piazza di Mondovì, piazza curiosamente condivisa per qualche tempo con Il Baluardo stellato di Marc Lanteri. Due allievi di Ezio Santin in 200 metri.

Frabosa Soprana Miramonti

Una Piazza per due. Fin troppo per Mondovì, non così sensibile ai fatti di cucina evoluta. Due seguaci, tra i migliori di Ezio Santin transitati da Mondovì, come noi che saliamo periodicamente per diversi motivi fino a Frabosa Soprana, perché mi devi proprio dare un buon motivo per salire a Frabosa Soprana.

Frabosa Soprana Miramonti

Ma la famiglia Defilippi, di motivi validi è in grado di fornirne ben più di uno ai fini di percorrere la ventina di chilometri necessari per salire alla soglia dei 1000 metri, parcheggiare comodamente e poi entrare nel microcosmo del Miramonti, hotel di riferimento della zona.

Frabosa Soprana Miramonti

Terrazza con vista sulle piste sciabili in inverno e passeggiabili sull’erba nelle altre stagioni. Si comincia a capire che non è il solito albergo da mezza pensione già al momento dell’aperitivo. Aperitivi di gran classe e snack d’autore serviti proprio nella grande terrazza, oppure nel gran bar dove la collezione di Vermouth o le originali preparazioni di diversi Gin & Tonic fanno da richiamo a prescindere.

piatto ristorante ezzelino

Parecchie camere progressivamente rinnovate, un grande ristorante adeguato alla clientela abituale o a quella che soggiorna qui a lungo fruendo di formule alberghiere che non cadono nella banalità. Cantinetta che diventa “table du chef“, con vini per nulla prevedibili e serviti a prezzi da encomio. Una raccolta ma deliziosa SPA e infine la preziosa nicchia gastronomica curata da Antonio Ietto.

piatto ristorante ezzelino

Il suo Ezzelino è ben nascosto, per non farci cadere dentro casualmente un cliente che vuole altro. Bisogna cercarlo Ezzelino, domandarlo, desiderarlo. E là in fondo, sobriamente illuminato, con un camino acceso, con una manciata di tavoli ben apparecchiati e con una carta sorprendente. Anche Monsieur L’Inspecteur infine l’ha trovato, individuandolo come una perla occultata in un grande guscio d’ostrica.

piatto ristorante ezzelino

È proprio il “non te l’aspetti” che contribuisce ulteriormente al successo della formula ” Il G’astronomico “, insieme al prezzo, assolutamente conveniente. Esistono altre soluzioni che si chiamano ” La Mia Tradizione ” e” I Classici “, ma anche all’interno di questi menù la concezione di classicità e tradizione è piuttosto spostata in avanti di concetto, parametrata su un’ottica di cucina che ha basi solide ma che si amplia e si apre all’esterno.

piatto ristorante ezzelino

39-49-59. Non giocateli, sono i prezzi dei tre menù, se no c’è una carta ben centrata, che ti ricorda solo velatamente che stai a quasi 1000 metri, buoni per godersi il fresco d’estate o la neve e la SPA d’inverno.

piatto ristorante ezzelino

Una carta che ricorda a lampi anche i bei tempi di Cassinetta di Lugnagnano, dove Antonio, insieme ad una brillante brigata metteva in scena una cucina da podio in Italia. La mano è quella, il ricordo è nitido, basterebbe assaggiare la brandade di baccalà per riconoscerla a occhi chiusi, ma le citazioni non sono troppe, perché la cucina di Antonio Ietto è d’autore, ma di un autore umile che non rinnega e non può certo dimenticare un passato così alto come quello vissuto sul Naviglio Grande.

piatto ristorante ezzelino

Altri allievi del Maestro Santin non cessano di confezionare lasagnette e crepinette, fa parte del bagaglio di lavoro che non si usura. Anche quei dessert al bicchiere ricordano la maniera di Maurizio Santin di intendere un dolce da ristorante che sia di alto livello, oppure d’alta quota.

piatto ristorante ezzelino

In conclusione nessuna conclusione, perché prima di uscire dal Miramonti ci sarà sempre una compilation di Gin & Tonic defatiganti ad attendervi al bar. Juliana, la bar woman, sul tema non ha bisogno di nessun maestro per rendere definitiva una gran bella serata petillant, guidati nel percorso del benessere complessivo da Luca e Domenico Defilippi.

Autore: Roberto Mostini aka Il Guardiano del Faro

 

Ristorante Ezzelino presso Hotel Miramonti

Via Roma, 84, 12082 Frabosa Soprana (CN)

Tel. +390174 244533

Mail [email protected]

Il sito web

newsletter

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *