Categorie Food newsTag , , ,

Beef Bazaar: il ristorante contemporaneo con tutta la carne del mondo

Nel cuore di Prati a Roma ha aperto Beef Bazaar, nuovo ristorante elegante e alla moda con format semplice ed alternativo al contempo legato al mondo della carne, proveniente dal Giappone all'Australia fino agli Stati Uniti e Argentina.

Sapori e dintorni - Conad

A Prati,

6

nlrg3

nella vecchia sede di un negozio di sport, nasce Beef Bazaar. Un progetto gastronomico innovativo che si snoda su 700 metri quadrati, dal design ricercato e contemporaneo e che punta a diventare il nuovo tempio della carne a Roma. Un ambiente polivalente e articolato, in grado di ospitare al suo interno più di trecento coperti, con un grande bancone dedicato all’esposizione dei tranci di carne, un tavolo sociale e due bar uno per i cocktails ed uno per la birra.

La sfida è proporre qualcosa d’inedito e trasversale, a prezzi accessibili, in un ambiente alla moda e che faccia dialogare cucina internazionale e ristorazione pop. Un locale adatto sia alle grandi occasioni che alle cene informali con amici e colleghi di lavoro. I grandi spazi inoltre permettono di ospitare tavolate numerose senza dover prenotare con estremo anticipo. Gran parte della cucina è dedicata alla cottura alla griglia di qualità, con carne ricercata e proveniente da tutto il mondo. Così come il resto del menu che offre piatti ricercati, con una vera e propria proposta internazionale. Beef Bazaar offre anche una selezione di cocktails d’eccellenza ispirati dalle nuove frontiere della mixologia d’ispirazione estera.

2

La carne

La carne, proveniente da tutto il mondo e in tutte le sue cotture, è la protagonista assoluta di Beef Bazaar. Qui si trova, novità assoluta a Roma, un menu completamente dedicato alla carne allevata e macellata oltralpe e oltreoceano. Si spazia dall’Argentina all’Australia, dagli Stati Uniti fino ad arrivare in Giappone. Tra le specialità il manzo danese, carne bovina di grande qualità e dal sapore unico. C’è poi la statunitense Black Angus dal gusto intenso, con una marezzatura fine che la colloca al top della gamma. Parte della selezione è dedicata alla carne di razza Scottona, ossia di bovino femmina che non ha mai partorito, raffinata e che si distingue per il suo gusto succulento.

4

3d

Non potevano mancare in carta la strepitosa Manzetta Prussiana che arriva direttamente dalla Polonia settentrionale, l’argentina Picanha cotta a bassa temperatura con sale delle Hawai e il celebre manzo di Kobe dal Giappone. Da Beef Bazaar viene posta grande cura alle materie prime, selezionate da aziende di qualità e da produttori importanti. In carta anche diversi hamburger preparati con le carni presenti al bancone e con le farciture più varie: dal formaggio francese mimolette agli jalapeno fino al seitan per la versione “veggie”.

5

Gli spazi

Il locale, che sorge dalle ceneri di un negozio di sport (da cui riprende parte del nome, “Bazaar”), è stato completamente rivisto e sapientemente progettato dall’ interior designer Martina Santucci, e dagli architetti Stefano Teofili e Daniele Pacifico, questi ultimi soci dello studio 2Architech di Roma. Nuovi spazi che ricordano i locali trendy di New York ma senza appartenere del tutto alla tendenza di design contemporaneo. Il concept richiama a tratti elementi orientali miscelati e rivisitati in chiave industriale, tutto condito con note calde dei colori delle pareti e dei pavimenti. Beef Bazaar è l‘elegante espressione di un ambiente ad ispirazione fusion ma con contaminazioni industrial chic, nel gioco e combinazione di materiali, volumi, illuminazione soffusa con lampade geometriche.

1d

Entrando da Beef Bazaar sarete subito accolti nei primo bar: un grande bancone con sedute morbide dov’è possibile gustare ottimi drinks o un bere un bicchiere di vino, all’aperitivo o dopo cena. Il secondo bancone bar è invece tutto dedicato alla Birra Moretti e caratterizzato da un’atmosfera accogliente con un illuminazione più soffusa e rilassante. I primi due ambienti soft contribuiscono a creare l’effetto sorpresa che si ha entrando nella sala principale: tre soppalchi che si aprono su un grande spazio a tutta altezza: cuore del locale e punto di aggregazione grazie al un tavolo sociale (16 sedute) posto al centro della sala. Di fronte c’è il bancone delle carni con la griglia e la grande cucina vetrata.

8

Il menu

Beef Bazaar dedica parte del menu a piatti internazionali, dal riso rosso Ermes alla cheesecake americana, senza tralasciare gli ingredienti italiani come la mozzarella di bufala o il tartufo di Norcia. In carta diverse varianti di tartare condite con bacche di goji, pomodoro costoluto e germogli di soia, e piatti più elaborati come Riso Venere con pollo, avocado e senape al miele e mikado di pollo cotto a bassa temperatura con salsa agrodolce. Grande attenzione è data agli ingredienti: dai tranci di focaccia romana con stracciata di Andria al prosciutto e salumi senza glutine.

7

9

Lo staff

A guidare il locale è Giorgia Tortora, Project Manager di Beef Bazaar che forte della sua esperienza in grandi e prestigiose strutture nonché Brand Ambassador di marchi nazionali ed internazionali del Food&Beverage, coordinerà una squadra formata da ragazzi e ragazze giovani, ma pieni di passione che offriranno un servizio fresco e piacevole. La cucina, e soprattutto il menu delle carni alla griglia, è stato pensato da Roberto Bertipaglia, dal 1999 a capo dell’azienda di consulenza Dinner Out Consulting che vanta numerose aperture e collaborazioni sia in campo nazionale che internazionale.

Reporter Gourmet – La Redazione

 

Beef Bazaar

via Germanico 136, Roma.

Tel. +39 0669402150

Il sito web

nlrg3

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn2Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *