Categorie EventiTag , , , , ,

Pizza e rosé a Sorrento, accoppiata vincente

Dal 12 al 14 maggio Sorrento ha accolto il primo festival dei vini rosati organizzato dall'associazione Le Donne del Vino. Ad accompagnare i vini rosati da tutta Italia la pizza, versatile e conviviale proprio come il vino.

Sapori e dintorni - Conad

Sole, mare, pizza

e naturalmente vino, ma rosato. Sono stati questi gli ingredienti principali di Sorrento Rosé, il primo festival dei vini rosati organizzato dall’Associazione Nazionale Le Donne del Vino dal 12 al 14 maggio nella Penisola Sorrentina con il sostegno del Comune di Sorrento, il patrocinio della Regione Campania e la partnership di Ais Campania. Per l’occasione, Sorrento e la Penisola hanno accolto produttrici di vino, giornalisti e giornaliste, sommelier e ambasciatrici delle Donne del Vino, associazione senza scopi di lucro nata nel 1988 che intende promuovere la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva del vino e conta oggi 750 associate tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, sommelier e giornaliste. A far da madrina all’evento una donna che rappresenta la cucina e la cultura enogastronomica italiana nel mondo, la chef Lidia Bastianich.

1

2

3

Per tre giorni i vini rosati provenienti da tutta Italia e anche dall’estero – come i croati, tra cui un interessante Terrano – sono stati protagonisti nei ristoranti, nelle pizzerie e nei wine bar del centro di Sorrento, esposti anche nelle vetrine delle boutique locali. La bella Villa Fiorentino, sede della Fondazione Sorrento (promotrice d’iniziative culturali attraverso la valorizzazione del patrimonio ambientale e storico-artistico locale) è stata il cuore della manifestazione ospitando i banchi d’assaggio con oltre 100 etichette e lo street food – tra pasta e pizza – a cura di Antonino Esposito, pizzaiolo e patron del locale Acqu’e Sale a Marina Grande.

4

5

6

La pizza è stata infatti la co-protagonista della kermesse, a tavola e non solo. Cibo popolare e goloso ma anche oggetto di sempre più attenzioni da parte di pizzaioli, pubblico e critica si sposa bene con un vino come il rosato, definito “versatile, sociale e positivo”.

6-2

6-3

E proprio a “Pizza e vino rosato” era dedicata la tavola rotonda moderata da Luciano Pignataro che si è svolta sabato al Grand Hotel Europa Palace – altra bellissima location dell’evento, che ha ospitato anche un bel pranzo in terrazza per tutte le produttrici e la stampa presente – per riflettere sugli sviluppi futuri del rosato, sulle sue potenzialità commerciali in Italia e all’estero e sull’abbinamento con la pizza, un’alleanza che può rivelarsi fruttuosa per entrambi. “Il vino rosato – ha detto la presidente nazionale delle Donne del Vino Donatella Cinelli Colombini – è sempre stato considerato come un vino “minore” e risente di tanti luoghi comuni ma in realtà ha grandi potenzialità, è un vino “festaiolo” e si abbina bene con molti piatti. Questa manifestazione ne vuole raccontare tutte le sfumature: terroir, vitigni, tecniche produttive e aspetti sensoriali, secondo l’ottica del confronto tra territori di produzione nazionali. Insomma, ora il rosato vuole essere preso sul serio”.
Proprio come è riuscita a fare la pizza, per tanto tempo considerata un cibo “povero”, buono ma semplice e senza troppe ambizioni, e adesso considerata invece da pubblico e critica come una delle principali protagoniste del patrimonio gastronomico italiano, anche all’estero come ha sottolineato Lidia Bastianich.

7

8

9

Interessante notare, inoltre, che di pari passo alla crescita della qualità della pizza, nelle pizzerie è cresciuta anche l’attenzione al vino e sempre più spesso ci sono locali che offrono carte dei vini strutturate e la presenza di un sommelier in grado di consigliare i migliori abbinamenti. Tra questi, appunto, i tanti vini rosati prodotti in Italia dal Nord al Sud – differenti per intensità, colore, sfumature aromatiche, acidità – spesso si rivelano tra i più indicati, riuscendo a sposarsi anche con le acidità – pure in quel caso, diverse in base alla varietà e al modo di utilizzo – del pomodoro.

Reporter Gourmet: La redazione

 

Sito web dell’associazione 

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *