Categorie EventiTag

Roma Caput Pizza: arriva La Città della Pizza con più di 40 pizzaioli provenienti da tutta Italia

Dal 31 marzo al 2 aprile arriva nella Capitale una tre-giorni tutta incentrata sulla pizza. Gli ampi spazi del Guido Reni District accolgono La Città della Pizza: oltre 40 pizzaioli da tutta Italia per far assaggiare tutte le possibili varianti del cibo più amato al mondo.

banner the tasty ways

10 “case” della pizza

che ospiteranno ogni giorno altrettanti pizzaioli provenienti da tutta la Penisola, a rotazione nei tre giorni. Oltre 90 tipi diversi di pizze sfornate (o fritte), 7 workshop dedicati all’approfondimento di altrettanti temi legati al mondo del disco bianco (che disco sempre non è), 5 appuntamenti – tra i Sensational Brunch e Dinner organizzati da Ferrarelle – che vedranno insieme grandi chef e pizzaioli, tanti laboratori per grandi e bambini, birra e Prosecco con cui brindare e spazio a tutti i prodotti che rendono la pizza così buona, dall’impasto ai topping.

1

Questi sono solo alcuni dei numeri de La Città della Pizza, la grande manifestazione il cui format – ideato da Vinòforum e realizzato con la collaborazione di Ferrarelle – nasce per celebrare e promuovere questa nuova era del prodotto italiano più amato nel mondo. L’idea è proprio quella di riunire sotto un unico (grande) tetto tutte le forme e le espressioni di questo cibo, sempre più al centro dell’attenzione della ricerca non solo dei pizzaioli ma anche di chef, produttori e ricercatori.

2

Dunque spazio alla pizza “napoletana” con alcuni dei suoi migliori interpreti dentro e fuori i confini partenopei, ma anche alla pizza “all’italiana” e a quella “da degustazione” che lasciano più spazio alla fantasia e alla sperimentazione dei singoli pizzaioli, a quella “al taglio” che ha la sua capitale a Roma ma trova grandi realizzazioni anche in altre località d’Italia e naturalmente anche a quella “fritta”, sempre golosissima.

3

“La Città della Pizza sarà un luogo di confronto e dibattito, ma soprattutto un momento di festa per celebrare questo grande prodotto italiano. Si fonderanno quindi in un’unica anima gli aspetti più strettamente tecnici e lo spirito popolare insito nella pizza. Per questo motivo l’ingresso per il pubblico sarà gratuito, così come sarà gratuito prenotarsi alle diverse iniziative collaterali in programma”, sottolinea Emiliano De Venuti, ideatore e CEO di Vinòforum, uno dei più importanti marchi italiani dedicati alla promozione enogastronomica.

4

De Venuti è anche uno degli autori – con lui, tra gli altri, anche i giornalisti Tania Mauri e Luciano Pignataro e il pizzaiolo Stefano Callegari, l’inventore del Trapizzino – che hanno messo a punto il ricco programma della manifestazione che non sarà solo l’occasione per assaggiare tantissime pizze diverse (e ricredersi, magari, su convinzioni e pregiudizi verso tipologie diverse da quelle a cui si è abituati) ma anche per conoscere i tanti aspetti che rendono una pizza buona, anzi buonissima. Spazio anche a ciò che meglio accompagna la pizza nel calice, con gli abbinamenti con la birra artigianale firmata Baladin e le bollicine italiane del Consorzio di Tutela del Prosecco DOC.

5

Ecco la lista dei pizzaioli che saranno presenti a La Città della Pizza, all’opera nelle “case” o nell’ambito di laboratori, workshop e cene:

Gino Sorbillo, Pizzeria Gino Sorbillo –  Napoli

Corrado Scaglione, Enosteria Lipen – Monza Brianza

Renato Bosco, Saporè – Verona

Gabriele Bonci, Pizzarium, categoria “Al taglio” – Roma

Giancarlo Casa, La Gatta mangiona, categoria “All’italiana” – Roma

Massimo Bosco, Pizzeria Bosco, categoria “Al taglio” – Olbia

Marzia Buzzanca, Percorsi di gusto, categoria “A degustazione” – L’Aquila

Gianfranco Iervolino, Morsi e rimorsi, categoria “Napoletana” – Caserta

Ciro Oliva, Concettina ai tre santi, categoria “Napoletana” e “Fritta” – Napoli

Francesco Vitiello, Casa Vitiello, categoria “Napoletana” – Caserta

Petra Antolini, Casa Petra, categoria “Al taglio” – Verona

Pierluigi Police, O’ scugnizzo, categoria “Napoletana” – Arezzo

Gennaro Battiloro, La Kambusa, categoria “Napoletana” – Lucca

Massimiliano Prete, Gusto divino, categoria “A degustazione” – Cuneo

La Confraternita della Pizza, categoria “Al taglio” – Roma

Famiglia Condurro, Da Michele, categoria “Napoletana” – Napoli

Stefano Vola, Vola Bontà per tutti, categoria “All’italiana” – Cuneo

Pierdaniele Seu, Mercato Centrale, categoria “All’Italiana” – Roma

Alessandro Coppari, Mezzometro, categoria “Al taglio” – Senigallia

Antonio Pappalardo, La Cascina dei sapori, categoria “A degustazione” – Brescia

Mirko Rizzo, Pommidoro, categoria “Al taglio” – Roma

Emiliano Aureli, La Taverna dei corsari, categoria “All’italiana” e “A degustazione” – Rieti

Cristiano Piccirillo, La Masardona, categoria “Fritta” – Napoli

Luca Belliscioni, Grecco Enjoy, categoria “Al taglio” – Roma

Francesco Martucci, I Masanielli, “Napoletana” – Caserta

Salvatore Di Matteo, Di Matteo, categoria “Napoletana” e “Fritta” – Napoli

Matteo Aloe, Berberè, categoria “All’Italiana” – Bologna

Giuseppe Pignalosa, Le Parule, categoria “Napoletana” – Napoli

Diego Vitagliano, 10, categoria “Napoletana” – Napoli

Vincenzo Esposito, Carmnella, categoria “Napoletana” e “Fritta” – Napoli

Matteo Tambini e Davide Fiorentini, O Fiore Mio, categoria “A degustazione” – Faenza

Edoardo Papa, Biglietto prego, categoria “All’italiana” – Roma

Isabella De Cham, 1947 Pizza Fritta, categoria “Fritta” – Napoli

Salvatore Gatta, Fandango, categoria “Napoletana” – Potenza

 

La Città della Pizza

Guido Reni District, via Guido Reni, 7 – Roma

Giorni e orari di apertura:

venerdì 31 marzo ore 18.00 – 24.00

sabato 1 aprile ore 11.00 – 24.00

domenica 2 aprile ore 11.00 – 23.00

Ingresso gratuito

Laboratori e workshop su prenotazione

 

Per tutte le info

www.lacittadellapizza.it

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *