Categorie EventiTag , , , , ,

Gennaro Esposito: ecco “A cena con le stelle” per i bambini dell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli

Mercoledì 30 novembre, al ristorante La Torre del Saracino di Vico Equense, ci sarà la charity dinner "A cena con le stelle" a favore del progetto "Re-Life, children's tech project". Ecco chi sono gli chef coinvolti e come partecipare.

banner the tasty ways

Mercoledì 30 novembre,

al ristorante La Torre del Saracino di Vico Equense, ci sarà la charity dinner “A cena con le stelle” a favore del progetto “Re-Life, children’s tech project”, per il finanziamento di quindici postazioni di rianimazione pediatrica nell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli.

Gli chef e i pasticceri coinvolti sono:

Antonio D’Angelo – Nobu – Milano

Gennaro Esposito – Torre del Saracino – Vico Equense (NA)

esposito1
Gennaro Esposito – foto Davide Ricciardiello

Gianluca Fusto – Gianluca Fusto Consulting – Milano

Ernesto Iaccarino – Don Alfonso – Sant’ Agata dei Due Golfi (NA)

iaccarino1
Ernesto Iaccarino – foto Davide Ricciardiello

Nino Di Costanzo – Danì Maison – Ischia (NA)

Andrea Migliaccio – L’Olivo – Capri Palace Hotel – Isola di Capri (NA)

andrea migliaccio1
Andrea Migliaccio – foto Davide Ricciardiello

Francesco Sposito – Taverna Estia – Brusciano (NA)

 

Ecco l’intervista al patron Gennaro Esposito

Chef, ci racconta l’evento che ha organizzato mercoledì?

Si tratta di un esperimento; una prima cena di beneficenza che mi auguro si possa ripetere tante altre volte per raccogliere fondi tutto l’anno. Piuttosto che fare una festa per duecento persone, ho pensato di riunire i migliori chef campani in modo da creare piatti perfetti per una trentina di persone.

Come ha scelto gli chef coinvolti?

Era da troppo tempo che non si faceva un grande evento coi top chef campani. Abbiamo dunque approfittato di un periodo relativamente tranquillo per organizzare questa doverosa reunion a cui tutti hanno dato disponibilità massima. Penso che noi chef dovremmo confrontarci di più, fare più squadra. Solo così potremo rappresentare al meglio la nostra regione in tutto il mondo. Il cuoco geloso dei suoi risultati o delle sue ricette è una figura sorpassata che dobbiamo archiviare definitamente.

A chi vanno i fondi?

Alla Ass. S.O.S. Sostenitori Ospedale Santobono che si occupa di bambini in difficoltà.

Anche lei ha due bambini piccoli, come vive la paternità?

Fare il genitore è molto più difficile che fare lo chef. Per fortuna mia moglie si occupa a tempo pieno di loro e questo mi fa stare sereno perchè il mio lavoro mi ruba tanto tempo. Ci vuole pazienza con loro, ma anche rigore e disponibilità.

Come vorrebbe migliorare il suo rapporto con loro?

Mi piacerebbe molto fare una vacanza e condividere tutte le loro passioni. Vorrei nascondermi e guardarli da lontano per conoscerli anche al di fuori dalle mura domestiche. Ci vuole molto tempo, non ne basta poco seppur intenso.

Che piatto porterà mercoledì?

Ho aspettato che scegliessero gli altri e alla fine ho optato per una triglia con il suo brodetto, un cremoso di caprino e del cavolo agrodolce.

Una notizia in anteprima?

Sto organizzando un grande evento di gastronomia a fine gennaio, ma per ora è assolutamente top secret!

1 (49)

 

Per partecipare basta effettuare una donazione minima (consigliata) di euro 250 per persona a:

Associazione Sostenitori Ospedale Santobono Onlus,

IBAN IT53L0335901600100000103988,

causale: cena di beneficenza 30/11.

Per prenotazioni o ulteriori informazioni è possibile contattare Emanuela Capuano telefonando al +39 392 0228600 o inviando una mail a [email protected].

Autore e intervista: Davide Ricciardiello

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0

Un pensiero riguardo “Gennaro Esposito: ecco “A cena con le stelle” per i bambini dell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli”

Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *