Categorie Chef news

Lucitta cibo da strada, in Sardegna parte il primo street food gourmet

Clelia Bandini, promettente cuoca sarda, lancia il progetto street food gourmet, con una serie di proposte basate sulla stagionalità e le eccellenze del territorio, per offrire una cucina di qualità, accessibile a tutti e itinerante.

banner the tasty ways

Clelia bandini

la passione per la cucina l’ha sempre avuta, fin da bambina, scaturita osservando la nonna umbra tirare la pasta con il mattarello. Sono rimasti ben impressi quegli insegnamenti e il ricordo delle sfoglie sottilissime, quasi trasparenti, che la nonna ora ottantenne continua a preparare.

Dopo la laurea, che le avrebbe spianato una brillante carriera come psicologa, decide di inseguire quella passione che si porta dentro sin da piccola, e ricorda ancora lo sguardo attonito della madre nel rivelarle la sua volontà di voler lavorare in una cucina piuttosto che scegliere il dottorato. I tempi cambiano, le cose vanno così, e la passione porta a decisioni inimmaginabili e magnifiche. Terminati gli studi comincia a muovere i primi passi nel mondo culinario, rendendosi subito conto che per avere un eccellente ristorante e proporre una buona cucina, è necessario un grande amore per ciò che si fa.

Comprende anche l’importanza di una buona formazione di base, si rivolge perciò a Roberto Petza, che saggiamente le dà un grande consiglio: “gira più ristoranti che puoi, così potrai capire come bisogna lavorare”. Comincia proprio nel ristorante di Petza il primo stage, per continuare poi con Cristiano Andreini, Viviana Varese e Mauro Uliassi, oltre ai corsi presso l’istituto Etoile a Tuscania. Da quel primo tirocinio Clelia non si è più fermata, al punto da diventare lei stessa docente dell’Accademia Casa Puddu.

Nel suo ristorante, che prende il nome dalla località in cui sorge, denominata anticamente “Sa tanca e Lucitta” serve materie prime per l’80% provenienti dal territorio limitrofo, l’Ogliastra, zona della Sardegna nella quale s’incontrano il mare e la montagna, entrambi splendidi. L’intento è quello di far conoscere il luogo attraverso i suoi prodotti in modo da favorire anche l’economia locale; una sorta di ambasciatrice attraverso le proposte del suo menù.

Così nasce anche il concept street food, mediante il quale si vogliono offrire le eccellenze del territorio con una cucina di qualità accessibile a tutti. Le proposte varieranno in base alla stagionalità e alle esigenze del cliente. In carta uno straordinario fritto di pesce del golfo di Arbatax, pescato e preparato in giornata, il panino col maialino di montagna cotto alla brace per circa 6 ore. Poi ancora l’hamburger di pecora, il polpo con patate e le paste home made, dai tradizionali culurgiones, prodotto simbolo dell’Ogliastra, ai ravioli di ricotta.

Un progetto studiato da Debora Bandini, architetto e sorella di Clelia, libera professionista parigina vocata alla ristrutturazione di interni, e realizzato a Torino dalla Veicoli Speciali, azienda leader nella costruzione di food truck. Una vera e propria cucina mobile super accessoriata, nella quale trovano alloggio cella frigo, abbattitore, friggitrici, piastra a induzione, griglia alla brace e griglia al cromo. Lucitta cibo da strada sosterà principalmente a Tortolì in via Monsignor Virgilio per tutta l’estate, senza disdegnare però escursioni in tutta l’isola (sono già previste alcune date), compresa la possibilità di sbarcare nella penisola e far conoscere gli splendidi prodotti del territorio ogliastrino.

Autore: Pietro Pio Pitzalis

 

Ristorante Lucitta

Viale Europa snc, Arbatax – Tortolì (Ogliastra)

Tel. +39 0782 664095

Mail: [email protected]

www.ristolucitta.com

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *