Categorie Wine reporterTag , , , ,

Bellavista è “Cantina dell’anno 2017” per il Gambero Rosso

Nata 40 anni fa come una piccola attività vitivinicola fondata su alcuni ettari di proprietà di famiglia, Bellavista conta oggi 190 ettari di vigne per una produzione annua di 1.550.000 bottiglie, con un fatturato di 29 milioni di Euro e 106 dipendenti.

banner the tasty ways

“Da quarant’anni

rappresenta l’eccellenza enologica italiana ed è capostipite, oltre che “faro” di un gruppo imprenditoriale di successo che comprende al suo interno le realtà Contadi Castaldi in Franciacorta, Petra e Tenuta La Badiola in Toscana”.

È questa la motivazione principale che sta alla base della scelta, da parte della guida “Vini d’Italia del Gambero Rosso”, di conferire all’azienda “Bellavista” il Premio “Cantina dell’anno 2017”, nel corso della cerimonia ufficiale che si è svolta a Roma, presso l’Auditorium del Massimo.

vittorio-moretti

A ritirare il premio è stato lo stesso Vittorio Moretti, che nel 1977 decise di trasformare in azienda una piccola attività vitivinicola fondata su alcuni ettari di proprietà di famiglia ubicati sulla collina Bellavista, ad Erbusco. Sono passati quasi 40 anni e oggi Bellavista conta 190 ettari di vigne per una produzione annua di 1.550.000 bottiglie, con un fatturato di 29 milioni di Euro e 106 dipendenti.

Nella storia enologica delle cantine italiane, Bellavista è prima di tutto “La Franciacorta”, di cui rappresenta uno degli emblemi riconosciuti a livello internazionale. E alla creazione del “brand” Franciacorta da allora ha concretamente contribuito in modo determinante grazie ai suoi vini che ne esprimono i valori più autentici e, al tempo stesso, sono portatori della lungimirante ed originale visione del suo fondatore e proprietario, Vittorio Moretti, e della sua famiglia. “Sono particolarmente orgoglioso per questo premio, che costituisce in primo luogo un riconoscimento al Franciacorta e alla Franciacorta, a tutti gli imprenditori che come me hanno creduto in questa terra e nelle sue potenzialità, hanno investito nelle proprie vigne e cantine, hanno riscoperto e valorizzato antiche tradizioni, hanno costruito un severo disciplinare e hanno lavorato, con impegno e passione, alla costruzione di un sogno”, afferma Vittorio Moretti, che dal 2016 è anche presidente del Consorzio per la tutela del Franciacorta.

“Ma, insieme, il premio “Cantina dell’anno 2017” del Gambero Rosso è anche un riconoscimento alla mia famiglia, che mi ha accompagnato passo dopo passo in questo progetto e che ora trova in mia figlia Francesca l’emblema di un presente che si rinnova costantemente guardando al futuro, oltre che all’enologo Mattia Vezzola, che ha saputo dare un’identità precisa alla nostra cantina e ai suoi vini, fondendo in una sintesi di eccellenza i più autentici elementi che caratterizzano questa terra con la mia visione e con la sua sensibilità e il suo gusto. Eleganza, struttura, longevità e naturalità: nei vini Bellavista questi caratteri trovano la loro massima espressione e si fondono in un’armonia che riflette un carattere tipicamente italiano. Infine, questo è un riconoscimento a tutti coloro che in Bellavista lavorano, contribuendo in modo decisivo, con passione, determinazione e competenza, a trasformare ogni visita in un’esperienza indimenticabile: ogni vino in un racconto unico, avendo quale obiettivo sempre la soddisfazione completa delle attese degli appassionati che riconoscono in Bellavista serietà e identità di stile”.

Reporter Gourmet – La redazione

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0
Click on a tab to select how you'd like to leave your comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *